ⓘ Bella e la bestia. Un anziano mercante padre di quattro figli si perde nella foresta e giunge in un castello allapparenza disabitato ma con una tavola imbandita ..

                                     

ⓘ Bella e la bestia

Un anziano mercante padre di quattro figli si perde nella foresta e giunge in un castello allapparenza disabitato ma con una tavola imbandita apposta per lui, con un biglietto che lo invita a prendere tutto ciò che desidera ma a non portare via niente. Poco prima di ripartire, il mercante coglie una rosa del giardino per farne dono alla figlia Bella ma viene sorpreso e rimproverato da un uomo dal viso mostruoso che gli promette di rispamiarlo a patto che una delle sue figlie venga a vivere per sempre nel castello. Il mercante racconta laccaduto a casa e Bella si offre di accompagnarlo al castello per cercare di dissuadere la Bestia. Giunti al castello, i due vengono però separati e Bella, rimasta sola, incontra la Bestia, che non è altro che il re del castello. Egli si mostra generoso con la giovane, che quindi rimane a vivere nella reggia, iniziando una convivenza non priva di alti e bassi. Una sera la Bestia propone a Bella di sposarlo ma lei rifiuta e, in preda alla nostalgia di casa, implora il permesso di ricongiungersi ai suoi familiari. La Bestia accetta avvisandola che, se lei non tornerà entro sette giorni, lui morirà; il viaggio sarà consentito da un anello magico.

Tornata a casa, Bella viene accolta con gioia dal padre e dal fratello, ma le sorelle e il cognato, mirando a impadronirsi delle ricchezze della Bestia, le rubano lanello per impedirle di tornare al castello. Nel frattempo il Re deperisce sempre di più. Bella chiede invano di riavere il gioiello, fino a quando il fratello Nicholas, che ha compreso il sentimento della sorella, sottrae lanello al cognato e lo consegna a Bella. La donna torna così istantaneamente al castello, ma trova la Bestia ormai morente; piangendo, Bella gli rivela il suo amore, rompendo così lincantesimo: il Re e Bella proseguiranno la loro vita insieme come una coppia umana, senza più sortilegi.