ⓘ Porta Serrata si trova dove vi situava largine del fiume Montone, deviato nel 1739 fino a via di Roma. Lattuale porta venne eretta nel 1583 e fino a quell anno ..

                                     

ⓘ Porta Serrata

Porta Serrata si trova dove vi situava largine del fiume Montone, deviato nel 1739 fino a via di Roma. Lattuale porta venne eretta nel 1583 e fino a quell anno lapertura principale della città verso Nord era costituita da Porta Anastasia. Documenti stabiliscono che il progettista della porta è lingegnere Giovanni Antonio Giappuccini e gli artefici furono Pier Francesco Piccinini e Marco Previati, secondo il documento del 1608. Dal XIII secolo la porta cominciò ad essere chiamata Porta Anastaxe e fu aperta sul Murnuovo. La porta fu chiusa ovvero serrata dai Polentani nel XV secolo. Nel 1441 la chiusura venne confermata dai Veneziani per motivi di sicurezza militare. Venne chiusa per sortilegio perché una profezia disse che il casato Polentano sarebbe finito da gente entrata in quella porta. Nel 1511 con il Governo Pontificio venne riaperta, con grande soddisfazione del popolo.

Nel 1582 il Cardinale Guido Ferreri realizzò unopera di rinnovamento urbanistico della città, diventando però tristemente noto per aver distrutto la Porta Aurea. Per completare lintervento urbanistico il Cardinale fece progettare una nuova porta facendo chiudere la vecchia Porta Anastasia. La porta per un certo periodo venne anche chiamata Giulia, proprio in onore di Papa Giulio II, ma anche questultima ereditò il nome dalla Porta antica. Negli anni successivi vennero anche fatti dei lavori di restauro, perché nel 1621 crollò la volta, assieme al ponte di legno che sovrappassava il fiume Montone uccidendo venti persone durante una festa. La porta fu restaurata dal Cardinal Legato Alderano Cybo. La ricostruzione terminò nel 1650, come si legge nellepigrafo "S.P.Q. RAV. A.D. MDCL". Inoltre venne fatto scolpire il cognome "Cybo" sulla chiave di volta dellarco esterno. Allesterno della porta si erigevano due grandi pilastri composti da quattro elementi: una base di laterizi, un piedestallo addossato ad un grosso dado e infine un vaso con una sfera di marmo nel cui contorno ricorreva quattro volte unaquila bicipite del Cardinal Cybo.

Priva di funzioni difensive, la porta presenta un carattere militare che ricorda la significativa presenza della milizia civica.