ⓘ Mátyás Seiber

                                     

ⓘ Mátyás Seiber

Mátyás György Seiber è stato un compositore ungherese naturalizzato britannico. Ha lavorato nel Regno Unito dal 1935 in poi. Il suo lavoro ha collegato molte influenze musicali diverse, dalla tradizione ungherese di Bartók e Kodály, a Schönberg e alla musica seriale, al jazz, alla canzone popolare, al cinema e alla musica leggera.

                                     

1.1. Biografia Primi anni

Seiber nacque a Budapest. Sua madre, Berta Patay, era una pianista e insegnante di fama, quindi il giovane Seiber acquisì una notevole abilità con quel primo strumento. Alletà di dieci anni incominciò a imparare a suonare il violoncello. Dopo aver frequentato la scuola di grammatica, dove era considerato "eccezionale" in matematica e latino secondo gli almanacchi dellAccademia musicale Franz Liszt, studiò violoncello e composizione dal 1918 al 1925 e composizione con Zoltán Kodály dal 1921 al 1925. Per la sua laurea scrisse il suo Quartetto darchi n. 1 in la minore.

                                     

1.2. Biografia Carriera

Girò tutta lUngheria con Zoltán Kodály, collezionando canzoni popolari e sviluppando le ricerche di Kodály e Bartók. Sviluppò anche un interesse per il canto gregoriano medievale.

Nel 1925 Seiber accettò un posto di insegnante in una scuola di musica privata. Nel 1926 ottenne un incarico per suonare il violoncello nellorchestra di una nave che viaggiava dal Nord e dal Sud America. Qui fece conoscenza con il jazz.

Nel 1928 divenne direttore del dipartimento di jazz presso il Conservatorio Hoch di Francoforte, che offriva i primi corsi accademici di jazz ovunque. Nel 1929 scrisse il suo libro di testo Schule für Jazz-Schlagzeug, come una sintesi pratica delle sue esigenze teoriche. Due dei suoi articoli di grande importanza furono pubblicati sulla rivista Melos: "Jazz als Erziehungsmittel" 1928 e "Jazz-Instrumente, Jazz-Klang und Neue Musik" 1930. Dopo che il dipartimento di jazz fu chiuso dai nazisti nel 1933, Seiber lasciò la Germania.

Ritornò in Ungheria ma non si stabilì lì; lavorò come referente musicale in Unione Sovietica per due anni, dopodiché il suo impiego terminò.

Seiber emigrò in Inghilterra nel 1935 e si stabilì a Londra dopo il suo matrimonio a Caterham. Diventò cittadino britannico lo stesso anno. Insegnava composizione e violoncello privatamente mentre lavorava come consulente per la filiale di Schott a Londra e componeva musica per film.

Michael Tippett lo invitò come professore di composizione al Morley College di Londra e dal 1942 incominciò a far parte dello staff; divenne insegnante di composizione, estetica musicale e teoria musicale. Tra i suoi studenti cerano Peter Racine Fricker, Don Banks, Anthony Milner, Hugh Wood, Malcolm Lipkin, John Exton, Wally Stott che in seguito divenne Angela Morley e Barry Gray. Durante questo periodo creò e formò il suo coro, i Dorian Singers.

Le sue amicizie e collaborazioni di lavoro hanno abbracciato molti solisti, tra cui Tibor Varga, Norbert Brainin, i chitarristi Julian Bream e John Williams, il percussionista Jimmy Blades, il cantante folk Bert Lloyd e il tenore Peter Pears.

Fu membro fondatore della Society for Promotion of New Music, promuovendo attivamente nuova musica per tutta la vita. Era sposato con la ballerina Lilla Bauer, unaltra emigrata ungherese. Nel 1960 fu invitato a fare un giro di conferenze in Sudafrica, ma è morto lì nel Kruger National Park a seguito di un incidente dauto. Kodály ha dedicato la sua opera corale intitolata Media vita in morte sumus alla memoria del suo ex studente.

                                     

2. Musica

La musica di Seiber è di stile eclettico e mostra le influenze del jazz, Bartók e Schönberg.

La sua produzione comprende Ulysses 1947, una cantata su parole di James Joyce ; un concerto per clarinetto; spartiti per film danimazione, tra cui La fattoria degli animali 1954; unambientazione sul lavoro del "poeta e drammaturgo" scozzese William McGonagall, The Famous Tay Whale scritto per il secondo dei festival musicali di Gerard Hoffnung; tre quartetti darchi; e arrangiamenti corali di canzoni popolari ungheresi e jugoslave. Scrisse anche unopera, Eva spielt mit Puppen 1934 e il balletto The Invitation. La sua composizione per violino, Fantasia concertante fu incisa da Andre Gertler.

Le sue due opere comiche, A Palágyi Pekek e Balaton, furono composte per il teatro ungherese di Londra, il "Londoni Pódium". A Palágyi Pékek, libretto, György Mikes 1943, fu la prima collaborazione di Mátyás Seiber e George Mikes. Balaton, libretto, György Mikes 1944, come riportato da George Mikes, fu mandato in onda durante la guerra dalla BBC e, dopo la fine della guerra, arrivò persino a Budapest.

Seiber usava uno pseudonimo per le sue opere jazz e la sua musica popolare: G.S. Mathis o George Mathis un riordinamento del suo nome usando forme anglicizzate; sotto questo nome scrisse per John Dankworth.

Nel 1956 gli fu assegnato lIvor Novello Award per la Miglior canzone musicalmente e liricamente per By the Fountains of Rome, che fu un successo quellanno nella classifica ufficiale dei singoli, arrivando alla Top Twenty i testi erano di Norman Newell ed era cantato da David Hughes.



                                     

3.1. Composizioni scelte Orchestra

  • Fantasia Concertante per violino e orchestra darchi 1943; 17 min.; Ars Viva Verlag, Mainz ; BL
  • Notturno per horn e orchestra darchi 1944 8.5 min.; Schott; BL
  • Besardo Suite No. 2 1942; 14 min.; Schott; BL
  • Elegy per viola e piccola orchestra 1954; 8 min.
  • Concertino per clarinetto e orchestra darchi 1951; 15 min.
  • Improvisations per Jazz Band e Orchestra con John Dankworth 1959; 14 min.; BL
  • Tre Pezzi per violoncello e orchestra 1957; 20 min.; Schott; BL
                                     

3.2. Composizioni scelte Musica strumentale e da camera

  • Permutazioni a Cinque per quintetto di fiati 1958; 6.5 min.; Schott; BL
  • Orchestra darchi n. 2 1935; 22 min.; BL
  • Serenade per six wind instruments 1925; Wilhelm Hansen, Copenhagen ; BL
  • Divertimento per Clarinetto e quartetto darchi 1925; Schott
  • Sonata da Camera 15 min.
  • Violin Sonata 1960; 20 min; Schott; BL
  • Fantasia per Flauto, Corno e Quartetto darchi 1956; Edizioni Suvini Zerboni, Milano
  • Concert Piece per violino e piano 1954; 8 min.; Schott; BL
  • Orchestra darchi n. 1 1925; 18 min.; BL
  • 2 Jazzolettes per 2 sassofoni, tromba, trombone, piano, basso, e tamburi 1929 e 1932; Wilhelm Hansen, Copenhagen ; BL
  • Orchestra darchi n. 3, Quartettolirico 1951; 23 min.; Schott; BL
                                     

3.3. Composizioni scelte Musica corale a cappella

  • Missa Brevis 1924, rimaneggiata nel 1950; 14 min.; Curwen; BL


                                     

3.4. Composizioni scelte Canzoni per voce solista/corale e accompagnamento

  • To Poetry 1952; 18 min.; BL
  • The Yugoslav Folk Songs
  • Medieval French Songs
  • Three Hungarian Folk Songs
  • Petőfi Songs 4 Hungarian Folk Songs 12 min.
  • The French Songs 7 min.
  • The Great Tay Whale BL
  • The Greek Folk Songs 11 min.
  • Lear Nonsense Songs
                                     

3.5. Composizioni scelte Palcoscenico/balletto

  • Eva spielt mit Puppen 1934
  • The Invitation 1960; BL
                                     

4. Filmografia scelta

  • Animal Farm 1954
  • The Fake 1953
  • A Town Like Alice 1956
  • Figurehead 1952, cortometraggio
  • Chase a Crooked Shadow 1958
  • The Diamond 1954
  • Robbery Under Arms 1957

Dizionario

Traduzione
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →