ⓘ Rudolf Coraduz von und zu Nußdorf. Era il figlio di un medico e proveniva dal Friuli e Istria. Studiò e si laureò in legge. Dal 1591 al 1606 fu nel Consiglio au ..

                                     

ⓘ Rudolf Coraduz von und zu Nußdorf

Era il figlio di un medico e proveniva dal Friuli e Istria. Studiò e si laureò in legge.

Dal 1591 al 1606 fu nel Consiglio aulico e dal 1594 al 1612 nel Consiglio segreto presso la corte imperiale della Cancelleria austriaca di Rodolfo II. Servì limperatore in questo tempo come inviato a Roma. Fu nel 1595 a Roma e lavorò tra laltro per lacquisizione di opere darte per le collezioni imperiali.

Di ritorno da Roma, Corraduz, in veste di commissario imperiale, si occupò delle vicende legate al duplice assassinio di Alfonso Gonzaga 7 maggio 1592 e dellassassinio di Rodolfo Gonzaga, avvenuto a Castel Goffredo il 3 gennaio 1593. Da dirimere anche la contesa sulla successione al marchesato di Castel Goffredo, conteso dal fratello Francesco Gonzaga di Castiglione e dal duca di Mantova Vincenzo I Gonzaga. Corraduz si recò a Mantova il 18 aprile 1595, dove venne accolto alla corte dei Gonzaga con grandi onori. Il 29 aprile si trovò a Castel Goffredo per constatare di persona la situazione della fortezza ed assumere direttamente informazioni sugli avvenimenti. Seguì una breve visita al marchese di Castiglione Francesco, per sentire le sue ragioni e riferire il risultato dei colloqui alla corte imperiale. Corraduz quindi fece ritorno a Praga.

Dal 1601 fu di fatto Vice Cancelliere imperiale. Limperatore gli affidò la gestione dellUfficio e il competente arcicancelliere e vescovo di Magonza Johann Adam von Bicken. Stette dalla parte dei cattolici e fu in stretto contatto con i nunzi apostolici.