ⓘ Giuseppe Guglielmi è stato un traduttore, poeta e bibliotecario italiano fratello maggiore di Angelo e Guido Guglielmi. ..

                                     

ⓘ Giuseppe Guglielmi

Giuseppe Guglielmi è stato un traduttore, poeta e bibliotecario italiano fratello maggiore di Angelo e Guido Guglielmi.

                                     

1. Biografia

Nato a Bari, dopo essersi trasferito a Roma, dove si è laureato in Lettere e filosofia con una tesi su Francesco Petrarca scrittore in latino, ha lavorato alla BBC di Londra dal 1957. Si è quindi trasferito a Bologna, dove è stato il direttore del Consorzio provinciale per il servizio della pubblica lettura e del prestito e, dal 1974 ha fondato e diretto lIstituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna, la cui biblioteca porta il suo nome. Ha inoltre collaborato con Andrea Emiliani e Pier Luigi Cervellati alla politica culturale della Regione.

Ha tradotto diverse opere letterarie dal francese, tra i quali Louis-Ferdinand Céline, Raymond Queneau, André Gide, Jean Thibaudeau, ma anche saggi, per esempio di Gilles Deleuze, Henri Focillon e Jean Starobinski e altri libri, soprattutto per Il Mulino di Bologna e lEinaudi di Torino.

Ha inoltre raccolto alcune poesie in Essere e non avere 1955, in Panglosse 1967 e in Ipsometire 1980, oltre che su alcune antologie legate al Gruppo 63, collaborando a riviste come "Il Verri”, "Il Caffè e "Rendiconti”.

                                     

2. Opere

  • Ipsometrie. Le stasi del sublime, Roma: Savelli, 1980
  • Panglosse blandimentis oramentis coeteris meretriciis. Poesie 1953-1966, Milano: Feltrinelli, 1967
  • Combestiario, Ed. de "Il Verri", 1975
  • I provenzali, Bologna: Cappelli, 1962
  • Essere e non avere, Varese: Magenta, 1955
                                     

2.1. Opere Traduzioni parziale

  • Louis-Ferdinand Céline, Da un castello allaltro
  • Louis-Ferdinand Céline, Nord con la nota La corte dellira
  • Louis-Ferdinand Céline, Progresso con la nota Fedra e il saltimbanco
  • Max Milner, La fantasmagoria. Saggio sullottica fantastica
  • Charles Baudelaire, Scritti sullarte
  • Henri Focillon, Grandi maestri dellincisione
  • Gilles Deleuze, Differenza e ripetizione
  • Henri Focillon, Giovanni Battista Piranesi
  • Honoré de Balzac, La falsa amante
  • Edgar Morin, Lindustria culturale
  • Louis-Ferdinand Céline, Casse-pipe
  • Raymond Queneau, La domenica della vita
  • Henri Focillon, Vita delle forme
  • Louis-Ferdinand Céline, Normance
  • Honoré de Balzac, I segreti della principessa di Cadignan
  • Raymond Queneau, Racconti e ragionamenti
  • Albert Camus, Actuelles
  • Louis-Ferdinand Céline, Pantomima per unaltra volta con la nota Il delirio incatentato
  • Jean Starobinski, Locchio vivente
  • Charles Baudelaire, Amoenitates Belgicæ
  • Henry Bauchau, Diotima e i leoni
  • Raymond Queneau, Troppo buoni con le donne
  • Jean Thibaudeau, Immaginate la notte
  • Marguerite Yourcenar, Il tempo, grande scultore
  • Louis-Ferdinand Céline, Rigodon
  • Théodore Agrippa dAubigné, Linverno del signor dAubigné
  • Henri Focillon Albrecht Dürer
  • Pierre Boulez, Punti di riferimento