★ Zenobia Halabiya - archeologi siriani ..

                                     

★ Zenobia Halabiya

35.689444°N 39.8225°E 35.689444, 39.8225

Zenobia, oggi Halabiyah arabo:حلبيّة, era una città sulla riva destra dellEufrate nel governatorato di Deir ez-Zor, in Siria. Fu fortificato nel III secolo d.C. da Zenobia, regina di Palmira, da cui deriva il nome del sito nellantichità. Dopo la rivolta della regina contro limpero romano, nel 273, Zenobia fu conquistata dai romani, e poi rifortificata come parte del limes arabicus. Il sito occupa unarea di 12 ettari, protetto da mura massicce, e comprende una cittadella nel punto più alto. Oltre alle pareti sono stati portati alla luce i resti di due chiese, un complesso termale e due strade. Tutti gli edifici che risalgono allimpero bizantino di Giustiniano I, che ha rinnovato le fortificazioni nel VI secolo d.C.

                                     

1. Archeologia. (Archaeology)

La prima descrizione di Zenobia è situato in De aedificiis di Procopio, che ha descritto la fortezza nel sesto secolo.C. Come risultato delle indagini archeologiche sul posto la descrizione di Procopio è preciso, dimostrando che la città ha conosciuto il luogo per losservazione diretta. Zenobia ha attirato lattenzione di studiosi e viaggiatori europei già dalla metà del XIX secolo. Lesploratrice inglese Gertrude Bell, ha speso nei suoi viaggi attraverso la Mesopotamia del nord e i resti della città sono state fotografate dal pioniere dellarcheologia nellaria, il francese Antoine Poidebard nel 1930

Nel 1944-45, il sito è stato esaminato dallarcheologo francese Jean Lauffray, che ha disegnato la mappa e studiato i bastioni e gli edifici pubblici. Il suo team di 45 lavoratori impegnati in una tribù beduina locale. Questi sono stati autorizzati a utilizzare le tende e altre attrezzature per la missione archeologica tedesca di Tell Halaf, diretto da Max von Oppenheim, che era stato conservato nel 1939. Nel 1945, gli scavi hanno cessato di colpo, come un risultato di agitazione dei lavoratori, i beduini e stranieri, i membri della spedizione hanno preso rifugio in Aleppo. Alcuni dati Lauffray sono stati successivamente confermato nel corso delle indagini, dellumanità nel 1987. Nel 2006 una missione congiunta franco-siriano è stato avviato dalla direzione generale delle antichità e dei musei DGAM della Siria e luniversità Paul Valéry di Montpellier. La missione era guidata da Sylvie Blétry. Dopo un primo intervento di emergenza nel 2006, le tre successive campagne di scavo e restauro sono stati effettuati tra il 2007 e il 2009. Oltre alla verifica della mappatura degli edifici pubblici e bastioni, la missione franco-siriano che ha portato alla luce le aree di architettura residenziale. Nella stagione 2009 è stata mappata la necropoli, che ha portato alla scoperta di oltre 100 nuove tombe

                                     

2. Il sito e il suo contesto. (The site and its context)

Halabiya è situato sulla riva destra dellEuphrates 45 km a monte di Deir ez-Zor, in una posizione strategica dove rocce di basalto, costringendo il fiume in una stretta gola. Queste rocce sono localmente noto come al-khanuqa che è, di coloro che "strangolare". LUadi Bishri corre lungo il lato sud della città, la fortezza controlla anche il percorso attraverso il deserto. A circa 3 km a monte è contemporaneo ma più piccola fortezza Zalabiya arabo: زلبيّة.

I resti attualmente visibili risalgono alloccupazione bizantina del sito. La forma della città è a forma di triangolo, con il lato est parallelamente alla costa dellEufrate mentre langolo ovest riposa sulla cima di una collina, ai cui lati ci si diramano due uadies sui lati nord e sud. Il sito è protetto da possenti mura che racchiudono unarea di 12 ettari. Essi sono stati costruiti in due fasi, La struttura originaria, probabilmente appartiene al regno di Anastasio I 481-518, con caratteristiche comuni a quelle di altre città della frontiera persiana, per esempio, Dara-Anastasiopolis, è parte di un programma di fortificazioni fatte con una certa fretta, dopo una guerra in cui la tradizionale superiorità dellesercito romano, è stato istituito con la fatica. Ma dopo solo una quarantina di danni, le pareti dovevano essere in condizioni tali da richiedere una ristrutturazione: lintera parete nord è stato interamente sostituito sotto Giustiniano I circa 545 d.C., questa volta copia il metodo utilizzato nel Rusafa. Questultimo, infatti, in gran parte intatto, mentre le parti di pareti est e ovest ancora visibile aumento tra gli 8 e i 15 metri. Il tratto di mura a est lungo il fiume, costruito per proteggere dalle inondazioni, è lungo 385m e aveva tre porte. Il tratto a nord va dal fiume al cittadella, sulla cima dellacropoli è lunga 350 metri, protetto da cinque torri e, in prossimità del fiume, ha una porta affiancata da due torri. A metà pendio della collina si trova il pretorio, un enorme, piazza palazzo di tre piani, incastonato nelle mura, che ha servito come una caserma. Le pareti a sud sono il cittadella al fiume, sono lunghi, 550m, rafforzato da dieci torri rotonde, e hanno una porta simile a quella del nord. Tutte le torri sono costruite sullo stesso modello: square-due piani sono accessibili tramite scale e gallerie coperte, allinterno delle fortificazioni.

Sulla cima di una collina rocciosa, la cittadella occupa una vasta area, di forma rettangolare 45 a 20 metri, che si estende sullasse est-ovest. Si compone di due parti: una fortificazione poligonale fiancheggiato da torri ad ovest e un grande edificio rettangolare a est. Questultimo è simile al pretorio inferiore sul pendio della collina. Entrambi sono stati identificati nelle pareti dei romani, bizantini e arabi.

Il sito è diviso in quarti da una strada fiancheggiata da colonne che va da nord a sud, collegando le aperture nelle rispettive pareti con una seconda strada che corre da est a ovest. A nord-ovest del punto in cui le strade croce era il forum, a nord-est cerano i bagni pubblici. Inoltre sono state localizzate a due chiese: una grande chiesa nel quartiere di nord-ovest, costruito sotto limpero bizantino, Giustiniano, e una piccola chiesa nel sud-ovest, costruita poco prima.

In una zona a nord di Zenobia, lungo lEufrate, cè una necropoli con numerose tombe, torre, o scavate nella roccia, risalenti al tardo impero romano e mostra chiare influenze della cultura di Palmyra. Unaltra necropoli a sud della città

In assenza di una comunità si stabilirono nella zona, che potrebbero demolire le strutture della città, per ricavarne materiale da costruzione, dopo che era stato abbandonato, il sito fallimenti derivano, in primo luogo, dai terremoti, ma le fortificazioni sono sopravvissuti in gran parte intatto. La prevista costruzione della diga Halabiya sullEufrate, a sud della città, porterà ad un parziale allagamento del sito, collocato nel bacino della diga. Il governo siriano sta lavorando con lUNDP, il Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo, e con lunesco per ridurre limpatto di queste strutture sul sito.

                                     

3. Storia. (History)

Il sito di Halabiye è menzionato già nel XIV secolo.C. dagli archivi di Ebla. A quel tempo il sito era conosciuto come Halabit, mentre Zalabiy, sulla riva opposta dellEufrate, può identificare con la Šalbatu citato nelle compresse. Halabit viene visualizzato in un elenco di città per linvio omaggio a Ebla. Perché era la più meridionale delle imposte si suppone che la fortezza era sul confine del territorio di Ebla con il suo principale rivale Mari. Il sito potrebbe essere stato occupato anche durante il periodo neo-assiro 934-608 per.C., infatti, mentre nel periodo classico la città era conosciuta con il nome di Birtha, che farebbe pensare il nome Birtu che si trova in fonti impero neo-assiro. Ma il picco è stato toccato sotto gli imperi dellepoca tardo-romana e bizantina. Dopo la prima conquista romana, Birtha era una piccola guarnigione. Fu occupata da Palmyra nel III secolo d.C. a causa della sua posizione strategica sul fiume, dove fluisce attraverso una stretta gola. La città fu fortificata, allargata e ha preso il nome della regina di Palmira, Zenobia 240-274. Fu poi conquistata dai romani nel 273 d.C. nel corso della guerra che scoppiò dopo Palmyra aveva dichiarato la propria indipendenza da Roma. È possibile che il castello è stato restaurato più volte: la prima sotto Diocleziano 244-311, che ha cercato di rafforzare il Limes arabicus, a nord di Palmyra, più tardi, durante il regno di Anastasio I 430-518. Infine, durante gli ultimi anni del regno di Giustiniano, Zenobia è stato incluso nel programma per il rafforzamento del confine con limpero sotto il sassanide, che si estendeva a est. Dopo la conquista musulmana della Siria, la necessità di mantenere una frontiera ben difeso a lungo lEufrate venne a cadere. La cittadella sulla cima della collina, tuttavia, ha continuato ad essere utilizzato per controllare i movimenti del medio corso del fiume, e che ha subito le maggiori modifiche.

Anche gli utenti hanno cercato:

Halabiya, Zenobia, Zenobia Halabiya, zenobia halabiya, archeologi siriani. zenobia halabiya,

Dizionario

Traduzione

Adirt Siria e Giordania – Diario di viaggio di Elisa ed Imma.

10 MARI A 120km dalle cittadelle di Halabiya e Zalabiya, vicino alla città di Abu Pure di Homs era il filosofo neoplatonico Longino, consigliere di Zenobia. Civiltà che si incrociano.verso lEufrate Forum Siria Tripadvisor. Deserto e verdi campi coltivati si alternano lungo il percorso che ci porterà a Halabiya, altra città fortifi cata fatta costruire da Zenobia sulla sponda dell Eufrate​. Rome In The East Ball Warwick Libro Routledge 06 2016 Hoepli. Ex città di Zenobia. Halabia è situato sullEufrate, come parte della Fiume Eufrate al tramonto su Halabiya in Siria. Fiume Eufrate al tramonto su Halabiya in​. Euphrates River Syria Immagini e Fotos Stock Alamy. Scopri Halabiyya zenobia Place Forte Du Limes Oriental Et La Haute Mesopotamie Au Vie Siecle: Larchitecture Publique, Religieuse, Privee Et Funeraire di. La Siria Halabia, Città Di Zenobia Immagine Stock Dreamstime. La Siria Halabia, città di Zenobia. Foto circa oriente, rovina, Halabiya sul fiume Eufrate fotografie stock libere da diritti. Halabiya sul fiume Eufrate. La Siria​.





Untitled Accademia delle Scienze.

Fondata dalla regina palmirena Zenobia nel III secolo d. C. per difendere i confini orientali del suo regno e per controllare il traffico fluviale, Halabiya è costruita. Zenobia Halabiya. Durante il regno di Zenobia divenne parte del regno di Palmira. La conquista da parte islamica inizio nel IV Halabiya e Zalabiya Regno dei Mari Tel Hariri. PUSC catalog. 35.689444°N 39.8225°E Zenobia, oggi Halabiyah, è stata una città sulla riva destra dellEufrate nel governatorato di Deir ez Zor, in Siria. Fu fortificata nel III secolo d.C. da Zenobia, regina di Palmira, da cui deriva il nome stesso del sito nellantichità. Halabiye and Zalabiye Deir Ezzor Tripadvisor. La ville de Zénobia Halabiya résultats de la mission franco syrienne 2006–10​ Sylvie Blétry - Recent Research on Dara Anastasiopolis ElIf Keser Kayaalp. SIRIA. Un paese di fascino INFORMAZIONI UTILI PDF Download. Ficata con lattuale sito siriano di Halebiye, dove un tempo sorgeva Zenobia, si è Anat lin. s, mentre la lettera pe. Barbalisso. Sura. Halabiya. Circesium.


MEG 19 scheda Rizos Zanini.pdf USiena air.

Zenobia Origins of Palmyra Palmyrene Trade The Rise of Udaynath Zenobia Halabiya Rasafa Dura Europos Mesopotamia The Phoenician Coast Aradus,. Diari Viaggi e Miraggi. Pontificalis Ecclesiae Ravennatis Andrea Agnello Ricami Basilica di Qalb Lozé Arte paleocristiana Halabiya Zenobia Economia Cripte San Francesco ​Porto. Eufrate Il Fiume Immagini e Fotos Stock Alamy. Cheologiche si vedano, per esempio, i contributi di A. Berger su Mokisos, di C. Snively su Gole mo Gradiste, di S. Blétry su Zenobia Halabiya, di E. Intagliata su​. XXI CORSO INTERNAZIONALE di cultura sullArte Ravennate e. La strada era molto lunga quindi siamo arrivati ad Halabiya a tramonto Questa fortezza sullEufrate fu costruita da Zenobia, la mitica regina di.





E PRESSO LE SEGUENTI SEDI DEL PATRONATO ACLI PDF.

Sono i resti di Zenobia, una città fortificata costruita dagli abitanti di Palmyra, per controllare il guado dellEufrate. Visitato a marzo 2004. Scopri di più. Utile. Fatema Jumaa Facebook. Ad est la possente fortezza di Halabiya che sorse durante il Regno di Palmira della leggendaria regina Zenobia, ne rimangono i resti della.





Adriana Beatriz Hasoun Facebook.

Zénobia Halabiya, habitat urbain et nécropoles Cinq années de recherches de la mission syro française 2006 2010 1Cédérom Francese Copertina rigida. Halabiyya zenobia Place Forte Du Limes Oriental Et La.


Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →