ⓘ Daehan Minguk Gonggun. La Daehan Minguk Gonggun, è lattuale aeronautica militare della Corea del Sud e parte integrante delle forze armate sudcoreane. Opera sot ..

                                     

ⓘ Daehan Minguk Gonggun

La Daehan Minguk Gonggun, è lattuale aeronautica militare della Corea del Sud e parte integrante delle forze armate sudcoreane.

Opera sotto il comando del Korean Ministry of National Defence ministero della difesa nazionale con circa 400 velivoli da combattimento di progettazione statunitense più una minoranza di velivoli di produzione russa e nazionale.

                                     

1.1. Storia La fondazione

Poco dopo il termine della seconda guerra mondiale, venne fondata, nel 1946 la Korean Air Construction Association per pubblicizzare limportanza dellistituzione di una forza aerea. Benché le forze armate coreane rimaste fossero modeste e che la situazione economica non risultasse florida, la prima unità aerea venne fondata il 5 maggio 1948 sotto il comando di Dong Wi-bu, il precursore dellattuale ministero della difesa. In seguito, nel gennaio 1949, venne fondata lArmy Air Academy, laccademia aeronautica, per la formazione dei piloti militari. Il 13 settembre dello stesso anno gli Stati Uniti fornirono 10 esemplari dei loro aerei da osservazione L-4 Grasshopper i quali vennero integrati nellunità precedentemente formata. Ufficialmente la ROKAF venne fondata nellottobre 1949.

                                     

1.2. Storia Gli anni cinquanta e la guerra di Corea

Gli anni cinquanta furono un periodo critico per la ROKAF che fu costretta ad espandersi a causa della guerra di Corea. Allo scoppio della guerra, la ROKAF poteva contare su una forza di 1 800 effettivi, ma era dotato di soli 20 velivoli tra aerei da addestramento e da collegamento, compresi i 10 addestratori avanzati North American T-6 Texan acquistati dalla Royal Canadian Air Force. La Chosŏn Inmin Kun Konggun, la forza aerea nordcoreana, al contrario aveva acquisito un numero considerevole di caccia Yakovlev Yak-9 e Lavochkin La-7 dallUnione Sovietica, surclassando la ROKAF sia in termini di dimensioni che di forza.

Tuttavia, durante il corso della guerra, la ROKAF acquisì 110 nuovi velivoli, tra cui 79 cacciabombardieri, con i quali istituì tre squadroni di caccia ed uno stormo caccia. I primi velivoli da combattimento ricevuti furono i F-51D Mustangs, assieme ad un contingente di piloti istruttori della United States Air Force sotto il comando del maggiore Dean Hess. La ROKAF partecipò sia ad operazioni di bombardamento congiunte che con delle operazioni indipendenti. Alla conclusione del conflitto, il quartier generale della ROKAF venne trasferito presso Daebangdong, Seul. LAir Force University venne quindi fondata nel 1956.

                                     

1.3. Storia Lo stato attuale

Un notevole sforzo è stato compiuto dallaeronautica sudcoreana per modernizzarsi, e dallindustria nazionale per acquisire una capacità tecnica in grado di supportare le richieste dellaeronautica. Oltre ad aver acquisito la versione dellF-15 Strike Eagle personalizzata, sono stati sviluppati in proprio un addestratore, il KAI KT-1 Ungbi, e un caccia leggero / addestratore avanzato, il KAI T-50 Golden Eagle, utilizzato anche dalle aquile nere, la pattuglia acrobatica della ROKAF.

                                     

2. Aeromobili ritirati

  • McDonnell Douglas F-4D Phantom II - ritirati nel 2010.
  • BAe Hawk Mk. 67 - ritirati nel 2013.
  • Bell UH-1H Huey
  • Cessna T-37 Tweet
  • Hawker Siddeley HS 748
  • Ilyushin T-103 - ritirati dal servizio a maggio 2018.
  • Northrop T-38A Talon - ritirati nel 2013.

Dizionario

Traduzione
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →