★ Cinema (Cinematography)

Casa di produzione cinematografica

Una casa di produzione di film, casa di produzione di film, se chiaro nel contesto di un film, anche solo in una casa di produzione o il produttore, è unimpresa che ha come attività principale la produzione del film. Solo se si dispone di uno o più film studios, per metonimia la casa di produzione, il film è anche conosciuto come il "film studio", al plurale, "film studies" o "film studios" o, se chiaro nel contesto di un film, semplicemente "studio", al plurale, "studios" o "studios". I principali produttori di film di produzione nel mondo sono da stati uniti e si dice di essere maggioren ...

Festival cinematografico

Un festival di cinema, o film festival, è un evento culturale durante il quale hanno presentato al pubblico del film in generale inediti. Il più antico festival internazionale del film è la Mostra internazionale di arte cinematografica di Venezia. Un parziale elenco dei film festival, è stato compilato da Wikipedia.

Cinema sonoro

Il cinema sonoro è il cinema, in cui le immagini sono accompagnate dal suono. Il cinema nasce come un film muto, senza suono, e solo più tardi si è realizzato e utilizzato la possibilità di aggiungere le immagini, il suono di lavorare dellinvenzione, nel 1914, nel messinese Giovanni Rappazzo, che per primo ha brevettato nel 1921

Cinema tridimensionale

Il Cinema tridimensionale è un tipo di proiezione cinematografica, che, grazie ad alcune specifiche tecniche di ripresa, e fornisce una visione stereoscopica delle immagini. Per un corretto utilizzo sono necessarie soluzioni tecniche per la proiezione, che per la visione. Il primo film 3-D, a partire dagli anni venti, usufruire del sistema dellanaglifo. Dagli anni cinquanta, durante il quale il cinema tridimensionale ha la sua prima grande diffusione, il sistema più diffuso utilizza la tecnica della luce polarizzata. Attualmente, le due tecniche utilizzate sono quelle della luce polarizzat ...

Pellicola cinematografica a colori

Il film di colore indica un particolare tipo di film e, in particolare, sia la pellicola vergine e nel colore, in un formato compatibile con lutilizzo in una macchina fotografica, che per il prodotto finito, pronto per la proiezione. I primi film sono stati realizzati da unemulsione a base di foto di alogenuro di argento e consentito solo film in bianco e nero. Limmagine risultante è costituita da una gamma di sfumature di grigio di andare dal nero al bianco, a seconda dellintensità della luce dei vari punti del soggetto. Con la pellicola a colori è registrato non solo la luminanza del sog ...

                                     

★ Cinema

Il film è linsieme delle arti, delle tecniche e delle attività industriali e di distribuzione che producono come risultato commerciale di un film. In senso più ampio, il film è linterezza del film che, nel complesso, rappresentano unespressione arte che spazia dal fantasy, allinformazione, la diffusione della conoscenza.

La fotografia è anche definito come la settima arte, secondo la definizione coniata dal critico Ricciotto Canudo nel 1921, quando pubblicò il manifesto La nascita della settima arte, la previsione che il film dovrebbe riunire in sintesi lestensione dello spazio e la dimensione del tempo. Fin dalle sue origini il cinema ha abbracciato la tendenza della narrazione, diventando la forma più diffusa e seguita la storia.

                                     

1.1. La storia del cinema. La nascita del cinema. (The birth of the cinema)

Linvenzione del film risale al 1885 e il lavoro di George Eastman, mentre la prima registrazione si crede di essere Roundhay Garden Scene di un cortometraggio di 3 secondi, realizzata il 14 ottobre 1888 da Louis Aimé Augustin Le Prince. La fotografia è intesa come la proiezione di un film, di stampa, di fronte a un pubblico pagante, è nato il 28 dicembre 1895, grazie a uninvenzione dei fratelli Louis e Auguste Lumière, che ha mostrato per la prima volta, al pubblico presso il Grand Café sul Boulevard de Capucines a Parigi, una unità da loro brevettato, chiamato il cinématographe.

Questo dispositivo è in grado di proiettare su uno schermo bianco una sequenza di immagini separate, impresso su una pellicola stampata con un processo fotografico, in modo da creare leffetto del movimento. Thomas Edison nel 1889, ha costruito una macchina chiamata Kinetograph, e una macchina di visione Kinetoscope: il primo era destinato a sparare in rapida successione una serie di fotografie su pellicola da 35 mm, e il secondo permesso per un solo spettatore per volta, per osservare, attraverso un display, lalternanza delle immagini impresse sulla pellicola. Per i fratelli Lumière, dovrebbe, tuttavia, lidea di proiettare il film, in modo da consentire la visione dello spettacolo per una moltitudine di spettatori.

Ha intuito le potenzialità di questo strumento come mezzo per fare spettacolo, considerando esclusivamente per scopi documentaristici, ma senza intaccare limportanza, ha cercato di vendere le loro macchine, solo per dare in locazione. Questo ha portato alla creazione di molte imitazioni. Nello stesso periodo, Edison negli USA iniziò unaspra battaglia giudiziaria per impedire luso, in territorio americano, dellapparato del francese, che rivendicano il diritto esclusivo di uso dellinvenzione.

Dopo circa 500 casi dinanzi alla corte, il mercato sarà ancora liberalizzato. Nel 1900, i fratelli Lumière, ha ceduto i diritti di sfruttamento di loro invenzione da Charles Pathé. Il cinema si sviluppa in modo immediatamente in Europa e poi nel resto del mondo.

Nel frattempo, il cinema registrato un sensazionale successo di pubblico: La Grande Rapina in Treno 1903 dellamericano Edwin Porter spopolando negli Stati Uniti, mentre il Viaggio nella luna del 1902, il francese Georges Méliès, il padre del cinema di fantascienza, è stato un successo globale, compresi i primi problemi con la pirateria. Sono stati testati i primi effetti speciali puramente "cinematografica", che è, i trucchi di montaggio, la sovrapposizione tra gli amministratori della scuola di Brighton, preso dalla fotografia, al singolo colpo dallo spagnolo Segundo de Chomón, per animare oggetti semplici, ecc, È delineato anche le prime rudimentali tecniche del linguaggio cinematografico: la soggettiva di George Albert Smith, il montaggio lineare James Williamson, il montaggio sullasse, i movimenti di camera.

                                     

2. Descrizione. (Description)

Cinema darte è caratterizzata da uno spettacolo proposto al pubblico in forma di film, che è a dire, la registrazione di una recita di fantascienza chiamato il film a soggetto, il quale, secondo la sua durata può essere diviso in un cortometraggio di non più di 20 minuti, il film ha una lunghezza variabile da 30 a 50 minuti, e la caratteristica più comune di una durata quindi di proiezione in forma di commedia o dramma, è identica alla rappresentazione teatrale, ma, girare, in tutto o in parte, in uno studio cinematografico o esterno, indicato anche come "Posizione", secondo il termine moderno, o un film documentario, basata sullosservazione della realtà.

Entrambi sono trasportati da un mezzo che può essere il film flessibile è formata in primo luogo con la celluloide, poi dal triacetato di cellulosa e, infine, da polietilene tereftalato, e poi il nastro a banda magnetica, e, infine, con lavvento del cinema digitale, il processo di digitalizzazione, attraverso le immagini e i suoni del film vengono convertiti in dati del computer per essere la diffusione di contenuti digitali su un supporto fisico o tramite Internet, sul virtuale. Tutti questi sistemi hanno come fine ultimo quello di essere in grado di essere letti e codificati con un meccanismo continuo e intermittente, più o meno sofisticati, che crea le piante la prospettiva di unimmagine in movimento.

La divulgazione al pubblico di che spettacolo registrato, che si differenzia, quindi, da tutte le altre arti performative, era originariamente costituita dallilluminazione attraverso un supporto ottico, prima con rudimentali e poi sempre più perfezionato: i giochi di specchi, lenti ottiche, proiezione di fasci di luce su schermi trasparenti o opache, fino alla diffusione del segnale digitale sulla tv di ultima generazione, senza lo schermo a tubo catodico, dotato di uno schermo al plasma o a cristalli liquidi, fino alla recente tv che supporta la visione tridimensionale, tuttavia, deve ancora esprimere pienamente il suo potenziale, dal momento che questa tecnologia è ancora nella sua infanzia e piuttosto costoso. È ancora molto diffusa lerrata convinzione che il fenomeno della persistenza delle immagini sulla retina, e permette allo spettatore di avere piante ottica dellimmagine in movimento.

Questo fenomeno consente di allocchio percepire come un fascio di luce continuo che, al contrario, è una rapida sequenza di lampeggi. Nel cinema attuale attività sono 48 al secondo, o 24 fotogrammi al secondo, cioè ogni fotogramma è illuminato due volte. Le piante del movimento è il lavoro del cervello che, secondo meccanismi non ancora del tutto chiarito, non riesce a montare la molteplicità delle immagini che vengono trasmesse in modo unitario con la creazione di per sé stesse piante che queste immagini sono in movimento. Secondo alcuni studi, la percezione del movimento si avrebbe già con solo sei immagini al secondo, anche se, ovviamente, la fluidità dellazione è molto scarsa. Il primo film durante lepoca dei film muti sono stati girati a circa 16 fotogrammi al secondo, standard di 24 fotogrammi è stato codificato solo con lavvento del cinema sonoro, in modo da ottenere una velocità lineare del film sufficiente per una discreta colonna sonora.

Nel senso originale, il cinema è la proiezione pubblica di un film su uno schermo. Fin dal principio, attraverso il proiettore in un teatro appositamente attrezzati, al chiuso durante la stagione invernale e allaperto durante le sessioni destate, nei locali del Teatro che aveva posti a sedere regolamenti o nel Drive-in, popolare negli Stati Uniti damerica, dal 1921, ma sono diventati molto popolari a partire dagli anni cinquanta. Queste particolari camere allaperto consisteva di proiezioni di film dove abbiamo visto seduto nellautomobile, raddrizzatura su posti speciali impostare davanti allo schermo con gli altoparlanti laterali per laudio: in alcuni casi la colonna sonora del film è stata trasmessa sulle frequenze di radio in modulazione di frequenza su cui abbiamo potuto mettere in sintonia con limpianto stereo e dellauto. Con il declino del cinema hall, il godimento del film è trasmesso da supporti analogici i formati video Betamax e VHS, utilizzato dal 1975 al 1998, o digitale sullo schermo del televisore.

Molto presto, a partire da Charles-Émile Reynaud, nel 1892, i creatori del film inteso che la presentazione proiettata migliorata significativamente nel quadro-come accompagnamento di una musica suonata dal vivo composta appositamente per creare latmosfera della storia narrata, evidenziando ogni azione rappresentata. È possibile aggiungere molto rapidamente, il rumore della scena causato da un assistente, nel corso della proiezione, e poi un commento per le azioni sullo schermo da un oratore presente in sala. Fin dalla sua invenzione, il cinema è diventato nel corso del tempo una cultura popolare, di intrattenimento, di unindustria e un mezzo di comunicazione di massa. Può anche essere utilizzato per la pubblicità e la propaganda, didattico o di ricerca scientifica.

Il termine originale francese, Cinéma, è lapocope del Cinématographe, il nome dato da Léon Bouly, nel 1892, il suo apparato di proiezione, un "dispositivo reversibile della fotografia e ottica per lanalisi e la sintesi delle proposte", di cui ha registrato il brevetto, ma non è mai riuscito a farlo funzionare. I fratelli Lumière ha preso questo nome. Il padre, Antoine Lumière, avrebbe preferito che questo apparecchio inventato dai suoi figli, è stato chiamato Domitor, ma Louis e Auguste preferito usare il termine Cinématographe per definire in modo più efficace le dinamiche connesse alle immagini che hanno creato. Tuttavia, il termine Antoine è tornato alla ribalta nel 1985, quando la Francia l"Associazione Internazionale per lo sviluppo e la ricerca sul cinema delle origini" è stato doppiato con un po di umorismo Domitor. La parola cinema è polisemico: si possono designare larte del film, o le tecniche di ripresa del film di animazione e la loro presentazione al pubblico, o, per metonimia, la stanza in cui i film vengono mostrati. È in questultimo senso che il termine è di solito abbreviato per il mondo come "Cine".

Il riferimento per lo schermo di proiezione, ha suggerito agli spettatori le diverse espressioni relative al linguaggio del film: quelli che sono oggettivi come, ad esempio, la "messa in quadro" per il recupero di oggetti e persone in movimento, e, allo stesso modo, soggettiva "per rendere il suo film" sogno di essere un regista del film durante la visione di esso può sembrare un po troppo ottimista, o addirittura patologici, "questo è cinema", unaffermazione che può apparire esagerate o tendenziose, come sempre diverse sono le reazioni che il pubblico prova a guardare un film, come una prova di grande forza evocativa di un film. In ogni caso, va ricordato che anche le piante la prospettiva di unimmagine in movimento non deve essere confuso con il fenomeno più complesso dellillusione del film, che è a dire, lesperienza particolare che "mentre sappiamo che stiamo vedendo solo un film, però, abbiamo lesperienza che film come un mondo completamente realizzato".

Se i film che hanno lo scopo di rappresentare specifiche società molte volte non riflettere perfettamente la fedeltà delle loro distribuzione è praticamente universale, le storie che vengono raccontate sono basato più spesso sui grandi sentimenti per il beneficio di tutta lumanità. La proliferazione delle sale cinematografiche, preferito dallintroduzione dei sottotitoli o doppiaggio dei dialoghi, è ormai diventato secondario a livello commerciale, la vendita dei diritti di trasmissione su canali televisivi sono molti e la loro disponibilità in diverse dimensioni, gli animali domestici sono diventati la principale fonte di reddito per il cinema, con le risorse che hanno dimostrato di essere colossale.

Secondo uno studio condotto da ABN AMRO nel 2000, circa il 26% del fatturato proveniva dalla vendita di biglietti, il sale, il 28% è venuto dalla diffusione in casa, e il 46 per cento è venuto dalle vendite in formati della famiglia. Oggi, in assenza di statistiche, possiamo dire che la parte che riguarda lHome video hanno ampiamente superato il 50% a livello globale: il che significa che attualmente la maggior parte della distribuzione del film si svolge principalmente nel privato delle famiglie, mentre la visione collettiva del film nelle sale è diventata minoranza, a dispetto di una specializzazione sempre più meticolosa dei generi che ha portato, di conseguenza, la tendenza ad aggiungere più sale di varie dimensioni in ununica struttura creata appositamente, definito un cinema multisala, che, in realtà, hanno fatto la loro prima apparizione a livello quasi sperimentale in Canada nel 1957, a cui si aggiunge una spolverata, ulteriormente perfezionato, il cinema e tridimensionale.

                                     

2.1. Descrizione. Teorie del cinema. (Theories of the cinema)

I teorici del cinema ha cercato di sviluppare alcuni concetti e studiare il cinema come arte. Derivato dalle tecnologie dellepoca, pur essendo un sintomo o di una causa di che la modernità si riferisce allepoca in cui è nato, i suoi principi tecnici, come la modifica o la ripresa hanno rivoluzionato la modalità di rappresentazione nelle arti figurative e letteratura. Per forma e comprendere questa nuova rappresentazione artistica, il cinema aveva bisogno di teorie.

In Materia e memoria Materiale et mèmoire, nel 1896, il filosofo francese Henri-Louis Bergson, che anticipa lo sviluppo teorico in unepoca in cui il cinema è stato visto soprattutto come un lavoro visionario. Esprime, inoltre, la necessità di riflettere il tema del movimento su strada, e poi ha inventato il termine "movimento immagine" "immagine-tempo". Tuttavia, nel 1907, nel suo saggio Lillusion cinématographique, contenuto LÉvolution créatrice, egli rifiuta il film come un esempio di spiritualismo. Molto più tardi, nel movimento dellImmagine. Cinema 1 nel 1983 e lImmagine del tempo. Cinema 2, 1983, e il filosofo Gilles Deleuze si riferisce a loro Matérie et Mémoire, come base della sua filosofia di cinema, riesaminando i concetti di Bergson, combinandole con la semiotica di Charles Peirce.

Nel 1911, La nascita della sesta arte che il critico Ricciotto Canudo, che dieci anni dopo sarebbe ridefinire il cinema come settima arte, e delinea le prime teorie, gettando dietro di ciò che egli chiama "letà del silenzio" e concentrandosi principalmente per definire gli elementi chiave. Il lavoro e linnovazione continua dei creatori del film hanno contribuito a beneficio per riflessioni più approfondite. Louis Delluc coniato il termine fotogenia. Germaine Dulac e Jean Epstein, che credono che il cinema è un mezzo per soddisfare e di riunire il corpo con lo spirito, sono i principali contributori alle avanguardie francesi, seguiti dalle teorie del tedesco, che è influenzato dalla corrente dellEspressionismo, rivolgendo la loro attenzione verso limmagine. Va notato il parallelo con la Psicologia della Gestalt, che nacque e si sviluppò tra la fine dellOTTOCENTO e linizio del XX secolo, sotto legida di Ernst Mach.

Dai sovietici, teorici e registi considerare al monte, come lessenza del cinema. Il tema privilegiato di Sergej Michajlovič Ėjzenštejn è la creazione, in tutti i suoi aspetti di una teoria generale del montaggio sotto il quale si può prendere in considerazione la nascita di un concetto di linguaggio-immagine, rivelando uno che laltro della loro identità e del pensiero. Per parte sua, Dziga Vertov sarà il portavoce della novità del futurismo. La sua teoria, corrispondente per il montaggio di frammenti di piccole unità di significato, comporta la distruzione di tutta la narrativa di tradizione e di sostituirla con una "fabbrica dei fatti", un concetto radicale per il cinema del tempo. Il montaggio narrativo tipico americano, messo in teoria da Vsevolod Illarionovič Pudovkin, alla fine prevarrà in tutto il cinema a livello mondiale.

La teoria formalista cinema, promulgato da Rudolf Arnheim, Béla Balázs, Siegfried Kracauer, ha sottolineato il fatto che il lavoro del film è diverso dalla realtà, e deve essere considerato come un lavoro di vera e propria arte. Anche Lev Vladimirovič Kulešov e Paul Rotha sostengono che il film è unopera darte. Dopo la seconda guerra mondiale, il teorico e critico André Bazin si oppongono a questa tesi, sostenendo che lessenza del cinema risiede nella sua capacità di riprodurre meccanicamente la realtà e non la differenza tra la realtà vissuta e la realtà del film, cioè piante film. Bazin formulato la sua teoria del cinema realistico virando verso un approccio ontologico al cinema. Se la fotocamera ha il suo scopo nel catturare lessenza di un singolo momento, anche se il film ha il suo scopo nel perseguire loggettività immagine fotografica, che cattura lessenza di momenti diversi. Troviamo questa teoria in diverse occasioni e con diverse varianti, come in Le temps scelle del regista Andrej Tarkovskij, o combinare con lermeneutica filosofica di Hans-Georg Gadamer e, nel saggio La tentation una relazione privata Matthieu Dubosc. Contrariamente a Bazin e i suoi discepoli, Jean Mitry si sviluppa la prima teoria del segno e significato nel cinema, senza voler assimilare anche per analogia, limmagine e strutture visive nel cinema con il linguaggio verbale, così come la tentazione di confrontare con la semiotica, quando, a partire dagli anni sessanta e settanta, teorie del cinema sono stati discussi dal leader accademici presso le università. I concetti delle discipline già affermata come la psicoanalisi, lo studio dei generi, lantropologia, la teoria letteraria, la semiotica e la linguistica, oltre al formalismo russo, filosofia, decostruttivo, la narratologia, la storia, ecc, tutti convergono analisi del testo, dove si inizia ad esaminare i dettagli delle strutture operative del film.

Limportanza di questi studi le cause, a partire dagli anni sessanta, una frattura profonda tra i teorici e i produttori del film. Questa autonomia tanto desiderata, rimangono in uno Stato embrionale, e quando, nel 1966, Christian Metz sostiene che la teoria di "gran sintassi del racconto del film", una formalizzazione di più codici di linguaggio del film, Jean-Luc Godard distruggere questi codici allinterno delle sue opere.

Anni ottanta mettere fine alla "guerra fredda" tra i teorici e gli esecutori. Venite allora, altre riflessioni, in particolare quelle orientate sulla narratologia, così come un certo numero di teorie per la riscoperta del cinema delle origini, in cui gli studi del canadese André Gaudreault, e lamericano Tom Gunning, sono particolarmente esemplare. Nel corso degli anni novanta, la rivoluzione tecnologica ha portato il sistema digitale avrà un impatto diverso su i teorici del cinema. Dal punto di vista, dopo che il concetto reale di Jacques Lacan, Slavoj Žižek offre nuovi orizzonti di riflessione per lanalisi del cinema contemporaneo. Cera anche una rivalutazione dei metodi storici di proiezione, nonché gli atteggiamenti le pratiche comuni di pubblico cinematografico, analizzato, oltre a Tom Gunning, anche da Miriam Hansen, Maria Koleva e Yuri Tsivian.

Nel cinema moderno, il corpo è lungo filmato primi passi zione, ripreso come un corpo che resiste. Per questi registi, i creatori del film mentali, è il cervello che va in scena, la violenza estrema è ancora controllato mentalmente: il primo film di Benoît Jacquot sono fortemente impregnati di queste teorie. I personaggi del film si piegano su se stesse, senza introspezione psicologica. Jacquot dichiarare nel 1990, circa Il désenchantée: "faccio film per essere vicino a chi di loro schermo, gli attori. A volte, alcuni giovani registi avrebbero costruito attori di tutto il mondo. Non sto cercando di dimostrare il mio mondo. Ho beneficiato di guardare il mondo del cinema. Non ha senso sostenere che lattore entra nella pelle del suo personaggio. Al contrario, sono i personaggi che per entrare nella pelle dellattore". Gli altri registi di fama internazionale, come André Téchiné, Alain Resnais, Nanni Moretti, Takeshi Kitano e Tim Burton sono stati influenzati dal cinema mentale.



                                     

2.2. Descrizione. Movimenti e scuole. (Movements and schools)

Il movimento, raggruppati in una corrente, può essere inteso come un modo di classificare il lavoro del film. Heinrich Wölfflin inizialmente li definisce "i moti del sentimento creativo". Gilles Deleuze sottolinea nel suo saggio, lImmagine in movimento, come il cinema movimenti andare mano nella mano con i movimenti pittorici. Il cinema classico destinato a rendere chiari i rapporti tra azione e reazione conseguente, ma allo stesso tempo nascono nuovi movimenti.

Allinizio degli anni venti lespressionismo, pittura, ordito, linee e colori per esprimere i sentimenti. Il film si esprime principalmente attraverso il metodo di recitazione degli attori e con lopposizione tra luce e ombra nellimmagine. Il cinema espressionista presenta un confronto tra il bene e il male, come nel film il gabinetto del dr. Caligari, diretto nel 1920) di Robert Wiene, uno dei primi film di questa corrente. Questo movimento sviluppatosi in Germania, quando il paese stava riprendendo con fatica in piedi dopo la prima guerra mondiale, ma non era in grado di competere con il cinema di hollywood. Poi alcuni dei registi cinematografici in UFA, tentano di sviluppare un metodo per compensare la mancanza di appeal commerciale, con ladozione del simbolismo nellimpostazione fase. Il lato astratto delle scene deriva, in primo luogo, dalla mancanza di risorse: i problemi principali riguardano la follia, i tradimenti le altre questioni spirituali, così diversa dallo stile romantico e avventuroso come auspicato dal cinema americano. Tuttavia, la corrente espressionista scomparve gradualmente, ma si riprende in diversi film polizieschi degli anni quaranta, e influenzeranno in maniera decisiva dal secondo dopoguerra noir e lhorror.

Poi arriva lastrazione opera, che a differenza di dellespressionismo, mescola il bianco con la luce senza alcun conflitto e propone unalternativa che è sicuro di ispirare in maniera decisiva i registi: lestetica del melodramma Josef von Sternberg e Douglas Sirk, letica di Carl Theodor Dreyer e Philippe Garrel, i temi religiosi e spirituali di Robert Bresson, che convergono tutte nellopera di Ingmar Bergman. Secondo lastrazione opera, tutto il mondo è osservato attraverso uno sguardo, un volto che sinstaura un gioco in un batter dei movimenti di luci che evidenziano le caratteristiche dei personaggi, i quali con questo stratagemma, ci portano sul loro universo personale. Sternberg, in I misteri di Shanghai 1941 dice: "può succedere di tutto in qualsiasi momento. Tutto è possibile. Leffetto è costituito da due componenti: il valore di spazio bianco, combinato con il potenziale per intenso di quello che avverrà c".

Durante gli anni cinquanta, il cinema scopre una nuova architettura dellimmagine, in cui cè una dissociazione tra la pura immagine e lazione rappresentata. Nato il disarticolazione dei corpi e oggetti dal dopoguerra immediato opposizione alle convenzioni stabilite in precedenza. Il cinema di quel tempo comincia a dare importanza alla semplice visione: limmagine non è più costretto a cercare significati nascosti le finalità su cui stare, diventare liberi. In Lora del lupo Ingmar Bergman 1966 il carattere di Johan Borg, interpretato da Max von Sydow, pronuncia: "Ora lo specchio è rotto. È tempo che i pezzi cominciano a riflettere", frase emblematica per la condizione del protagonista, che vive isolato in un mondo tutto suo privato, sia per il cinema stesso, e la sua rottura definitiva con la classica rappresentazione dello spazio, dando vita a una nuova idea, formalista.

In Italia, tra il 1943 e il 1955, ha sviluppato il neo-realismo introdotto da Luchino Visconti Ossessione, e Vittorio De Sica, I bambini ci guardano, è stato sigillato da Roberto Rossellini Roma città aperta e Paisà, e, idealmente, chiuso dallo stesso De Sica e Il tetto che ha firmato uno dopo laltro, quattro capolavori assoluti di questa corrente, scritto in collaborazione con Cesare Zavattini: Sciuscià, Ladri di biciclette, Miracolo a Milano e Umberto D. Il film neo-realista per la prima volta, ha lasciato gli studi per entrare in contatto con la gente comune in mezzo alle strade, accentuando notevolmente la sensazione di realtà documentaria. Le persone filmate sono spesso attori non professionisti, anche a causa della scarsità dei mezzi di finanziamento, il regista si concentra di più lattenzione sulle persone più che sui personaggi, migliorare la loro nel loro contesto sociale e nella loro totalità. Piuttosto che mostrare qualcosa, si preferisce la narrazione, che spesso si svolge in una cruda e tagliente, ma poetica nel suo complesso. André Bazin mostra subito entusiasta di questo movimento: neo-realismo appare come una sorta di liberazione, non solo per quanto riguarda la pura contesto storico, ma anche come una liberazione dei vincoli: film sarà infatti ad affermare, a proposito di Ladri di biciclette, "Non più attori, non più storia, non più messa in scena, che è, infine, nellillusione apparenza perfetta della realtà, niente più cinema". Per contro, Gilles Deleuze vede il neo-realismo, un confine tra limmagine come immagine in movimento e richiede molto tempo.

Durante gli anni cinquanta in Francia si è sviluppato, la Nouvelle Vague, un termine coniato sul daily Express da Françoise Giroud. Questa corrente si differenzia dalle precedenti per la vitalità delle intenzioni di rinnovamento del cinema francese. La Nouvelle Vague di provare ad inserire largomento di lirismo nella vita quotidiana, respingendo la bellezza stessa dellimmagine. Con la Nouvelle Vague, le migliori tecnologie disponibili consentono un diverso modo di produrre e riprese: arriva sul mercato la camera di Fulmine, che utilizza il formato di pellicola 16 mm, più leggera e silenziosa che permette riprese in esterno più vicino alla realtà, soprattutto grazie al miglioramento del suono. Jean-Luc Godard è il principale esponente del movimento, ma il massimo punto di rottura tra il film girato nei teatri di posa e il film è stato girato interamente in esterni si verifica nel 1973 con effetto notte la Nuit americaine da François Truffaut. Il movimento della Nouvelle Vague, che violano anche alcune convenzioni universalmente standardizzate, quali la continuità, per esempio, nellultimo respiro À bout de souffle di Godard, lo sguardo in macchina, una prescrizione. Allinterno di questa prospettiva, i registi sono stati destinati per evidenziare il realismo: i ricordi dei personaggi sono rotto, e spesso frammentato, non ha mai ordinato o in rete.

In seguito, è apparso un nuovo movimento, che mette in evidenza la resistenza del corpo. In confronto con il precedente filone, quello che è cambiato è la ripresa del corpo, che è girato molto prima di entrare in azione, come un corpo in resistenza. Qui il corpo non è più un ostacolo che separa il pensiero stesso, anzi, si arricchisce di una nuova forza nellattesa del raggiungimento di nuovi obiettivi. In qualche modo, il corpo non aspettare, forza il carattere di una reazione che non avviene subito, ma è dilatata nel tempo, o in casi più estremi potrebbe non accadere mai. Gilles Deleuze ha detto: "non sappiamo esattamente ciò che un corpo può fare durante il sonno, in stato di ubriachezza, in tutto il suo impegno e la sua forza, il corpo non è mai presente, può contenere ansie, le aspettative, le lotte, anche la disperazione. Limpegno, lattenzione e la disperazione sono parte degli atteggiamenti del corpo".

La resistenza dei corpi si manifesta in una straordinaria dellintera opera di un membro del movimento di rottura delle convenzioni e stilistici della Hollywood classica, John Cassavetes della Nuova Hollywood. La fotocamera è sempre in movimento, scorrevole parallelo alle azioni degli attori. Attraverso limmagine, il visualizzatore di ricerca per laspetto del corpo in sequenze di lunghezza. Allo stesso modo, il ritmo diventa sempre più frenetica al punto che si inizia a non andare mano nella mano per le abilità visive del pubblico. Risponde, così come larte informale per la costituzione di uno spazio che si può quasi toccare con mano, oltre a visitare. Nel cinema di Maurice Pialat con i suoi personaggi cercano di mostrare lessenziale, privo di qualsiasi estetica e di esprimere la loro verità più profonda. Ha affermato: "Il cinema è la verità, nel momento della ripresa". Per contro, i dialoghi rimangono onnipresente, e ancora oggi rimane un elemento importante nelleconomia del film. Tuttavia, i dialoghi non spiegare i sentimenti dei personaggi, ma sono funzionali puro, non sviluppare il loro pensiero nellazione stessa.

Allinizio degli anni ottanta, Maria Koleva introduce il concetto di film libro. Nel 1995, il danese Lars von Trier e Thomas Vinterberg lancio attraverso il manifesto di dieci punti del movimento Dogma 95, in reazione alle superproduzioni e allabuso di effetti speciali. In esso, definire vincoli di fare un film allinterno del movimento, con alcune innovazioni radicali come labolizione della colonna sonora e ladozione di esclusiva fotocamera a portata di mano, accetta solo ciò che avviene sullo schermo. Il movimento è dichiarata sciolta nel 2005, dopo aver realizzato 35 film, o Dogmi: tra questi, cè anche un lungometraggio italiano, Diapason 2001. Nel 1999, auspica una contro-manifesto della risposta in undici punti e in chiave ironica, Exdogma 99 dal regista olandese di origine italiana Kyara van Ellinkhuizen.

Il cinema indiano è un caso a se: oltre a detenere il record dellindustria cinematografica più prolifica del mondo, tra cui il famoso "Bollywood", sta lavorando a un film principalmente la musica e il canto, in cui il fatto del suo passa in secondo piano, e una sorta di neoromanticismo occupa un posto di rilievo come pretesto per i numeri cantato da un solista o in duetto. La musica è prevalentemente pre-registrati e mimata da attori, attraverso il processo di riproduzione. Molti cantanti indiani vengono a professionalità e sono anche responsabile del doppiaggio. Più di recente, i cantanti e gli attori sono in grado di diventare se stessi amministratori dei loro film, come Aamir Khan in Ghulam 1998 e Hrithik Roshan per Guzaarish 2010.

                                     

2.3. Descrizione. Critica cinematografica. (Film criticism)

Un critico cinematografico, detto anche il revisore è la persona che esprime il suo parere sul film attraverso i mass media come il giornale, quotidiano o settimanale, una rivista specializzata in radio, in televisione e su Internet. La critica più popolari e influenti spesso hanno determinato il successo di un film, anche se spesso il pubblico e la critica, non sempre è stata unanime nel dichiarare il fallimento o meno di un film. Alcuni di loro hanno dato il nome di premi, come il francese Louis Delluc e gli italiani Francesco Pasinetti, Filippo Sacchi, Pietro Bianchi, Guglielmo Biraghi e Domenico Meccoli, ci sono anche varie associazioni di critici che consentono lassegnazione dei premi.

Il mestiere del critico cinematografico è sempre stata piuttosto controversa: alcuni recensori potuto vedere gratis film prima della loro uscita nelle sale, così come ricevere un risarcimento per la scrittura di un articolo. Tuttavia, quando il critico esprime un parere sul film, esprime solo la sua opinione personale: deve o dovrebbe tenere conto di un eventuale successo di pubblico, anche nel caso in cui non incontrare il suo gradimento, perché ogni film e ogni genere di film - ha la sua band privilegiato pubblico. Inoltre, il revisore deve, o dovrebbe, essere in grado di indirizzare il lettore alla scelta del film da vedere, sia commerciale e artistico, evidenziando le caratteristiche di ogni film, come è il metodo di fotografia, o la tecnica di montaggio, speciali scenici o le tecniche di ripresa, evidenziando le differenze tra autori diversi e, a volte, antitetici tra loro.

La critica del film ha inizio dalla nascita del cinema, dal 28 dicembre 1895, quando le prime proiezioni organizzate dai fratelli Lumière cominciano a interessare la stampa, dapprima leggermente, poi con un interesse maggiore. Fino allinizio del XX secolo, la critica del film riguarda solo il lato tecnico, ospitati per lo più su riviste di fotografia dal momento che il film non è stato considerato larte come importanti e influenti come il teatro. Nel 1912, il quotidiano francese le Figaro, è stata realizzata una prima indagine sulla concorrenza è sempre più agguerrita, che il cinema opera in relazione allarte del palcoscenico. Fino ad allora, la critica consisteva di aneddoti sulla lavorazione del film, più o meno colorate, effettuato per finalità di pubblicità: il film si scrive solo per invogliare gli spettatori a entrare nel cinema.

Nel 1915, Louis Delluc guarda La mettono in pratica, Il Trucco, diretto da Cecil B. De Mille, fu colpito dalla bellezza delle sue immagini. Ha deciso di abbandonare la sua attività di poeta e scrittore, per dedicarsi a quella che considera una vera e propria arte, che ha scritto la sua prima recensione su la rivista del Film il 25 giugno 1917. Poi ha convinto leditore di Parigi-Midi a dedicare al cinema, lo spazio che meritava, e disse: stiamo assistendo alla nascita di unarte straordinaria". In seguito, il principale quotidiano francese sviluppare le rubriche che sono interamente dedicati al cinema, come Le Petit Journal nellautunno del 1921. Ora la critica non è più una questione di pubblicità per il film le sue vendite, ma la sua analisi strutturale. In Italia era studente alletà di diciotto anni, Pietro Bianchi, i primi a scrivere di un film come arte, infatti, con la pubblicazione della recensione del film Il circo di Charlie Chaplin, sulla Gazzetta di Parma, 28 aprile 1928, in vista dellanno-Filippo Sacchi

Dopo la Prima Guerra Mondiale, il cinema è in grado di spostare artisticamente al teatro. Tutti i giornali hanno uno spazio dedicato alla critica, e vengono create le prime riviste specializzate, come Cinémagazine o Cinemonde, che interessano anche il mondo accademico: si comincia ad esplorare il campo di studi sul cinema, teorie e analisi più approfondita sugli approcci, metodi e discipline, come la Rivista di Studi cinematografici. Nel dicembre del 1943, André Bazin ha attaccato duramente il carattere del cinema dellepoca, ancora culturalmente limitato, che ha dato la priorità al lato commerciale a scapito del patrimonio artistico. Nel 1951, Joseph-Marie Lo Duca, e Jacques Doniol-Valcroze ha fondato la rivista Cahiers du cinéma, che Bazin va quasi subito a collaborare. Attraverso le loro critiche di stato può fare a meno di tutte le altre riviste che tollerano tutti i film, anche quelli di scarsa qualità. Linfluenza esercitata dalla rivista in Francia sarà enorme, e si dovrebbero svolgere un ruolo decisivo nella nascita del movimento della Nouvelle Vague, così come in Italia, di diversi collaboratori della rivista Cinema, promuovendo la produzione del film Ossessione di Luchino Visconti, di porre le basi per la nascita del neo-realismo.

Data la popolarità crescente dei Cahiers, sono nate altre riviste. Il più importante dei quali è Positif è stata fondata a Lione nel 1952 da Bernard Chardère. Positif, per distinguersi da altre riviste, non solo di critica cinematografica, ma anche sviluppa argomenti di storia del cinema. Tra le due riviste presto si svilupperà una forte rivalità, aggravata dal fatto di preferenza di un autore piuttosto che un altro, un regista che è piaciuto ai revisori di una rivista che era impopolare con i dipendenti interessante rispetto agli altri. In caso di concomitanza di preferenze di un singolo autore, discutere ferocemente per determinare chi lo ammira per primo. Durante questo periodo è creata la definizione della politica degli autori. Sempre nel 1952, in Italia, un collaboratore della rivista Cinema, Guido Aristarco, e a sinistra il compagno di stabilire una propria rivista, il Nuovo Cinema che diventerà il principale periodico di critica nostrana e influenzerà in modo decisivo, tutte le correnti critiche che sarà.

Allo stesso tempo, in Canada, nel 1955, il professor Leo Bonneville fondata a Montreal, la rivista Séquences, ancora in attività, che si distingue per la sua ottica pluralista, e che rimane ancora oggi la più antica rivista in lingua francese pubblicato in Nord America. Nel 1962, nel corso del Festival di Cannes è nato la Settimana Internazionale della Critica: i critici e storici del cinema stanno diventando sempre più popolare presso gli appassionati di cinema, che apprezzano la disapprovazione contro alcune decisioni della censura francese. Nel 1980, con laffermazione della televisione e il declino del cinema, anche critico è limpostazione del ritmo, e diverse riviste di settore sono costrette a chiudere per mancanza di fondi. Ai nostri giorni un revisore, se amatoriale o professionale che sia, può postare le sue critiche su Internet, sia a pagamento che gratuite. Anche se, nel tempo, il loro lavoro ha perso molta dellimportanza che ha avuto, la figura del critico mantiene una certa influenza e può contribuire a creare o distruggere la reputazione di un film. Nel frattempo, sono organizzati in associazioni di critici che il premio film più meritevoli in occasione di diversi Festival. Ricordiamo in particolare gli stati uniti, il New York Film Critics Circle Awards e la National Society of Film Critics, il british London Critics Circle Film Awards, il francese FIPRESCI e italiani SNGCI.

                                     

2.4. Descrizione. Cinefilia

La cinefilia è un termine il cui significato comune, è "amore cinema". Nei nostri giorni, lespressione di questa passione per il cinema, possono essere molteplici, in ogni caso, il termine è stato originariamente utilizzato per descrivere un movimento culturale e intellettuale francese che si è sviluppato tra la metà degli anni quaranta e la fine degli anni sessanta. Comunemente, definisce se stesso come un appassionato di film, la persona che dedica la maggior parte del suo tempo a guardare film e a studiare larte cinematografica. Inoltre, un appassionato di cinema può anche rendere la raccolta e raccogliere manifesti, riviste relativi a film e altri elementi laterali. In nome del suo personaggio è potenzialmente coinvolgente, la cinefilia è rispetto da André Habib "di una vera e propria malattia, ferocemente infettive, che non si può sbarazzarsi facilmente".

Levoluzione del fenomeno della cinefilia è andato di pari passo con levoluzione del cinema. Cè stato un tempo in cui, una volta che il processo è completato la distribuzione nelle sale cinematografiche, un film, inizialmente composto di materiale infiammabile, sparì dalla circolazione. Una volta fuori, il film non sono stati più probabilità di essere visto, a meno che non si desidera svolgere attività di ricerca nei capillari attraverso i vari film di librerie. Per lappassionato di film, poi, è stato difficile osservare levoluzione di stili di film. Oggi, con poche eccezioni, per la maggior parte del film, il problema del loro recupero come si sono presentati sul piccolo schermo o pubblicato su DVD o Blu-Ray Disc. Tuttavia, nonostante gli sforzi compiuti, ancora una percentuale significativa di cinematografia, è di difficile accesso, gli spettatori e gli appassionati di cinema possono quindi aspettare ancora diversi anni per essere in grado di vedere un film raro, il più delle volte restaurata da qualsiasi Libreria, in qualsiasi Film Festival o le ristampe, su supporto digitale, di cui sopra, spesso arricchito con materiale aggiuntivo, a volte, di assoluto interesse. La lista dei film e dei film da recuperare - per non parlare di quelli che possono essere considerati definitivamente perso - è molto lungo e sicuramente non esaustiva.

Laccademico e storico francese Jean Tulard dice: "Per il vecchio appassionato di cinema, era raro vedere un film in commercio, come un film, una volta terminato il ciclo di proiezioni, e scomparve. Non cerano, come ora, 40 canali televisivi dedicati al cinema. Cerano ancora le videocassette o DVD. Un film che per una lunga serie di motivi per manca allappuntamento con la distribuzione era un film difficile da vedere. Questo significava, per i cinefili, i duri sforzi economici per andare a vedere il film in alcuni film di libreria che era spesso in un altro paese, e questo spiega perché i cinefili più anziani si definiscono i figli della Cinémathéque, che è a dire, i bambini di Henri Langlois, più precisamente, coloro che hanno perso la visione di molti di questi film". Daltra parte, fino a un certo punto per un appassionato di cinema è stato possibile vedere la maggior parte del patrimonio cinematografico mondiale. Questo è stato il caso con molti spettatori francese tra gli anni quaranta e gli anni sessanta. Oggi, prendendo in considerazione la crescita quasi esponenziale della produzione del film, la data di nascita del cinema, anche dedicando tutta la vita, gli spettatori possono vedere solo una piccola parte di esso. Per spettatori contemporanei la scelta dei film da vedere è tra approccio qualitativo o lapproccio in termini di quantità, cioè di provare a vedere il maggior numero di film prodotti, in questultimo caso si può parlare di cinefagia.

Il fenomeno della cinefilia ha avuto molti altri fattori: il più importante fu la nascita di circoli del cinema e sviluppato appositamente per riunire gli amanti del cinema: lo studio e discussione sulla storia le tecniche accompagnata, di solito, la visione di un film. Diversi membri dei circoli del cinema hanno gli stessi interessi e pianificare le loro discussioni, dibattiti, o proiezioni. Nel corso del tempo, il concetto di film club si è evoluto e ampliato per altre attività sociali e culturali. Si è adattato bene a programmi educativi, come la "Ciné-gouters", attraverso obiettivi culturali come il "Ciné-filone", che lega il cinema alla filosofia, o anche attraverso lorganizzazione di eventi, non profit, di serate tematiche chiamato "Ciné-party".

Dopo la seconda metà del XX secolo, larrivo dei nuovi media per scuotere le abitudini di una consolidata di amanti del cinema. La tv, il videoregistratore, il DVD, il Blu-Ray Disc e Internet, sarà presto diventato celebre anche per i cinefili più esigenti, in Italia, in particolare, il primo supporto di cui sopra debbono godere il picco di diffusione nel momento di massima espansione del film club. La loro crescente popolarità avrà gravi ripercussioni sulla frequentazione delle sale cinematografiche, che inizierà a diminuire costantemente. Come si può vedere dalla seguente tabella, in Italia sarà un crollo, dalla metà degli anni ottanta, mentre in altri paesi in cui il cinema gioca un ruolo significativo in forte calo, avrà luogo una ventina di anni prima.



                                     

2.5. Descrizione. La produzione di Film. (The production of the Film)

Se la proiezione di un film è una cosa abbastanza semplice ed economica, la sua creazione è una vera e propria impresa che, in generale, prevede il coordinamento di una squadra di centinaia di persone, luso di macchinari e attrezzature molto costose, la pianificazione delle diverse attività, a volte in contemporanea, e linvestimento di ingenti somme di denaro, la volta a creare un film in modo professionale, anche in economia, tuttavia costa cifre dellordine di un milione di euro. A fronte di questi costi, e queste difficoltà in un film di successo, che è successo, può fare figure di straordinario. Daltra parte, se il film non piace, la perdita è molto grave. Va detto che, con lavvento della tecnologia digitale, tuttavia, ridurre i costi di produzione del film è notevole, ed è possibile fare un film con una piccola troupe, a volte, composta da sei o sette persone.

In generale, le fasi di produzione sono: lo sviluppo del progetto, la pre-produzione, elaborazione e post-produzione.



                                     

3.1. Gli aspetti più importanti. Direttore. (Director)

Il film è in fase di elaborazione attraverso la quale si passa dalla sceneggiatura al film in sé, vale a dire "dalla carta allo schermo". Questa fase comprende, in particolare, le scelte artistiche della narrazione, lorganizzazione e la durata delle riprese. Allinizio di questa fase è lo storyboard, che permette di visualizzare una serie di disegni per riflettere la direzione del futuro film.

                                     

3.2. Gli aspetti più importanti. Soggetto e sceneggiatura. (Subject and screenplay)

La produzione di un film che di solito parte da unidea. Lo sviluppo di questa idea porta alla stesura del soggetto, una prima bozza di quello che potrebbe diventare il copione di un film. Il soggetto, contenente solo il corso di azione, in linea di principio è presentato a uno o più produttori. Se ci sono i presupposti per lo sviluppo del progetto, il soggetto è trasformato in una sceneggiatura. Questo secondo processo è molto più lungo e delicato come la precedente, e richiede una buona conoscenza tecnica: una buona sceneggiatura, infatti, pone le basi per il successo del prodotto finale. Lazione di sviluppo descritto in oggetto viene elaborato e raffinato, la creazione di script del film finale.

                                     

3.3. Gli aspetti più importanti. La fotografia. (Photography)

Film la fotografia ha un ruolo fondamentale nella produzione di un film, di essere il principale responsabile dellaspetto estetico finale del prodotto. Il direttore della fotografia è uno dei più stretti collaboratori e importante per il regista. Insieme decidono la composizione e il taglio dellinquadratura, la distanza dal telaio di un soggetto, quale angolo, ecc. A seconda della scena che si vuole riprendere, si decide, per esempio, se fare una carrellata, una panoramica, un piano primo, di una lunga serie, ecc. La distanza della fotocamera è in grado di influenzare, di fatto, la carica emotiva della scena: per esempio, che incorniciano il volto di un attore o di una scena di guerra. In questo contesto, possiamo dire che la fotografia è larte di "raccontare "le immagini", ed è parte integrante di quello che è definito come "il linguaggio cinematografico".

                                     

3.4. Gli aspetti più importanti. Montaggio. (Mounting)

Lassemblea è generalmente considerato essere lanima del cinema e parte essenziale della messa in scena fatta dal direttore. Il primo a rendere evidente il potenziale dellassemblea è stato David W. Griffith La nascita di una nazione, il cui risultato, gli elementi di base del "linguaggio cinematografico": inquadratura, scena e sequenza.

Grande attenzione per il montaggio è stato dato dai consiglieri sovietici degli anni venti. Lev Vladimirovič Kulešov e Sergej Michajlovič Ėjzenštejn sono stati i principali teorici dellassemblea. Kulešov dimostrò limportanza del montaggio nella percezione del film, attraverso un famoso esperimento. Da seguire sempre lo stesso primo piano dellattore Ivan Ilič Mosjoukine di volta in volta con un piatto di minestra, un corpo morto, o un bambino, è diventato chiaro a lui che lo spettatore dovrebbe leggere nel volto di fame, tristezza o gioia. Questo prende il nome di Effetto Kulešov. Ejzenštejn invece teorizzato il "Montaggio delle attrazioni". Nel 1923 pubblicò un saggio in cui ha toccato la pratica, che ha poi utilizzato nei suoi film. Nel suo lavoro, come un Colpo! 1925, o La corazzata Potemkin 1925, il direttore incluse varie immagini non diegetiche, che è estraneo al testo, il film ha rappresentato, ma per la loro capacità di esemplificare potrebbe essere associato alle scene. Per esempio, in Sciopero!", la repressione della rivolta è dimostrato dalla macellazione di un bue. Ha praticato lestrema frammentazione degli scatti, per cui un singolo gesto è dimostrato da più angolazioni. Questo metodo di Montaggio contrario di montaggio classico o invisibile. Hollywood, infatti, attraverso il campo-controcampo o i raccordi sul look provato a fare linstallazione come fluido possibile.

Leditor segue le indicazioni del regista, che supervisiona il lavoro, e procedere per visualizzare il colpo con il taglio di scatti utili, e unendo tra di loro. Tutte le scene, girate in base alle esigenze di produzione, vengono poi assemblati in ordine previsto dallo script, o in un altro ordine, che emerge in base alle esigenze della narrazione. Non sono rari casi di film completamente rivoluzionato in fase di montaggio, rispetto a come sono stati scritti.



                                     

3.5. Gli aspetti più importanti. Colonna sonora. (Soundtrack)

Il termine colonna sonora si riferisce di solito la musica di un film, ma il termine include laudio completo con dialoghi ed effetti sonori. Dal punto di vista "fisico", la colonna sonora della pellicola cinematografica e il vero film dedicato alla registrazione dellaudio rappresentato nella lettura ottica da parte di un gruppo su cui è impressa una continua variazione della densità di grigio, o una doppia linea tratteggiata, visibile come una fitta zig-zag. Nel caso di lettura magnetica, la strip di pista su cui è registrato il "suono" non è parte integrante del film, ma è incollato ed è costituita da una sottile banda di nastro magnetico. Mentre la gamma di occhiali, una volta registrati, fissa e immutabile, la banda magnetica, si presta a manipolazioni, le re-iscrizioni, cancellazioni, sovrapposizioni. Ottico subisce gli stessi processi di degrado di tutto il film, tra graffi e macchie, ne consegue, in definitiva, la "vita". La pista magnetica, tuttavia, è molto più delicato: è suscettibile di smagnetizzarsi, e la conseguente cancellazione dei suoi contenuti, ma anche per staccare dal supporto, in questo caso, il reincollaggio è praticamente impossibile. Ne consegue che la pista obiettivo è di gran lunga il più utilizzato, mentre la pista magnetica resta prerogativa del film a passo ridotto della famiglia, Super8. La colonna sonora di un film accompagna e sottolinea il di sviluppo del film, e la musica può essere "originali" e non le due categorie e assegnati separatamente.



                                     

3.6. Gli aspetti più importanti. Effetti speciali. (Special effects)

Gli effetti speciali sono una caratteristica peculiare del cinema fin dai tempi del regista francese Georges Méliès, inventore dei primi rudimentali effetti visivi, ottenuto con un sapiente montaggio e lunghe prove. Gli effetti sono stati progressivamente migliorati grazie base delle nuove tecnologie, passando attraverso diverse fasi di sviluppo, fino a portare alla moderna effetti basata sulla computer grafica, che ha rivoluzionato lindustria cinematografica liberando la fantasia di sceneggiatori e registi. Nonostante questo, molti degli effetti dipendono ancora oggi dallestro di coreografi, acrobazie, make-up artisti, designer, ecc

Gli effetti speciali sono realizzabili sia durante le riprese è in fase di post-produzione, e sono classificati come "visual" e "suono" e "effetti fisici" e "effetti digitali".

                                     

4. Nazionale di cinema. (National cinema)

  • Cinema Britannico. (British Cinema)
  • Il Cinema Indiano. (The Indian Cinema)
  • Il Cinema americano. (The american Cinema)
  • Cinema Iraniano. (Iranian Cinema)
  • Il Cinema Argentino. (The Argentine Cinema)
  • Cinema Cinese. (Chinese Cinema)
  • Cinema Messicano. (Mexican Cinema)
  • Il Cinema Giapponese. (Japanese Cinema)
  • Film cileno. (Chilean Film)
  • Il Cinema Italiano. (The Italian Cinema)
  • Cinema Tedesco. (German Cinema)
  • Il Cinema Russo. (The Russian Cinema)
  • Il Cinema Spagnolo. (The Spanish Cinema)
  • Il Cinema Sovietico. (The Soviet Cinema)
  • Il Cinema Francese. (The French Cinema)
  • Cinema Svedese. (Swedish Cinema)
  • Film Coreano. (Korean Film)
                                     

5. Film awards

  • Screen Actors Guild Awards.
  • Grammy Award.
  • BAFTA.
  • Golden Globe.
  • Leone doro. (Golden lion)
  • MTV Movie Award. (The MTV Movie Award)
  • David di Donatello.
  • Tony Award.
  • Palma doro.
  • Emmy Award.
  • Il Premio Oscar Per La.
  • Orso dOro. (Bear dOro)
                                     
  • suddivisi per tematica: Sky Cinema Due, Sky Cinema Collection, Sky Cinema Action, Sky Cinema Suspence, Sky Cinema Romance e Sky Cinema Drama. Dalla stessa data
  • solo canale Premium Cinema I canali, disponibili anche in HD e in timeshift 24, fanno parte rispettivamente del pacchetto Cinema di Sky Italia e della
  • anche all aperto. Il cinema nasce alla fine del XIX secolo. Per definire le ricerche che hanno portato all invenzione del cinema quindi precedenti al
  • Il cinema espressionista è una delle avanguardie del cinema tedesco degli anni dieci e venti del XX secolo. Espressionismo è un termine che può essere
  • una notevole contaminazione di generi, in particolare con il cinema del terrore. Il cinema fantascientifico è stato fin dai suoi inizi fortemente influenzato
  • espositivi che ripercorrono la storia del cinema dalle origini ai giorni nostri. Al piano dedicato all Archeologia del Cinema si possono visitare otto aree tematiche
  • Cinema Cinema è una rivista di cinema fondata nel 1974 da Adelio Ferrero nell ambito della cattedra di Storia del cinema all Università di Bologna
  • Cinema verità è una locuzione in francese cinéma vérité diffusa dal sociologo francese Edgar Morin che, in un suo articolo sul settimanale France - Observateur
  • adeguato mix di prodotto, Rai Cinema ha avviato l attività di acquisto di film internazionali. Dalla nascita ad oggi Rai Cinema ha contribuito a realizzare
  • cosiddetto cinema delle attrazioni è la prima fase della storia del cinema che va grossomodo dal 1895 al 1915. In questo periodo il cinema era un fenomeno
                                     
  • Il cinema dell orrore o cinema horror è un genere cinematografico caratterizzato da personaggi immaginari e mostruosi, situazioni macabre, irrazionali
  • Il cinema fantastico è un genere del cinema classico. Sebbene il fantastico includa alcuni sottogeneri specifici come fantascienza, fantasy, horror, il
  • propria abitazione, il cinema offre un esperienza più intensa dell opera cinematografica. Esiste quindi un mercato di film per il cinema la cui visione, per
  • Con cinema digitale, o D - Cinema contrazione di Digital Cinema ci si riferisce all uso nel cinema della tecnologia elettronica digitale per la distribuzione
  • Con i termini cinema sperimentale o film sperimentale in inglese experimental cinema ci si riferisce a una particolare tipologia di cinema la cui pratica
  • 2014 Festa del Cinema di Roma 2015 Festa del Cinema di Roma 2016 Festa del Cinema di Roma 2017 Festa del Cinema di Roma 2018 Festa del Cinema di Roma 2019
  • nell industria cinematografica mondiale. Il cinema statunitense nasce nel 1894 grazie alle proiezioni di Thomas Edison. Il cinema divenne ben presto un divertimento
  • Lo stereo - cinema stéréo - cinéma in francese è un dispositivo ottico che permette la proiezione di una sequenza animata di fotografie stereoscopiche
  • Jean Cocteau, in polemica con il cinema francese del periodo. L articolo di Truffaut Su una certa tendenza del cinema francese 1954 è considerato il
  • Il cinema narrativo classico o età d oro di Hollywood è un periodo della storia del cinema soprattutto americano, databile tra il 1917 e il 1963 circa
  • Il cinema tridimensionale noto anche come cinema 3 - D o cinema stereoscopico è un tipo di proiezione cinematografica, che grazie ad alcune specifiche
  • Il Cinema Neorealista, da Rossellini a Pasolini Celebes Editore, 1977 Censura cinematografica Cinema d autore Laceno d oro Festival del cinema neorealistico
                                     
  • Il Free cinema cinema libero fu un movimento cinematografico inglese, culturale, sociale e politico esplicitamente di sinistra degli anni cinquanta
  • commedie, nel cinema sperimentale e in quello d orrore, storico, poliziesco e di denuncia, biografico. Nel corso della storia del cinema si è verificata
  • Con l espressione Cinema britannico si indica il cinema del Regno Unito. Il Regno Unito ha avuto grande influenza nello sviluppo tecnologico, commerciale
  • cosacco. Nell agosto del 1907 fu pubblicata Kino  Cinema la prima rivista russa dedicata al cinema che ebbe tuttavia la breve vita di un solo anno.
  • di film è la volontà di competere con il cinema di livello europeo affermando l autonomia espressiva del cinema nei confronti delle altre arti e, al tempo
  • cinematografiche mondiali dedicate alla riscoperta ed allo studio del cinema muto e al cinema delle origini. Sono organizzate dalla Cineteca del Friuli e si
  • rilevanza nel cinema degli anni dieci. L inizio degli anni venti fu segnato dalla nascita di numerosi movimenti artistici legati al cinema Louis Delluc
  • Il cinema surrealista è una delle avanguardie del cinema francese degli anni venti del XX secolo. Si colloca nel periodo compreso tra il 1924 e il 1930

Anche gli utenti hanno cercato:

cinema film, cinema roma programmazione, film al cinema 2019, film al cinema torino, film bambini cinema, film cinema 2019, ultimi film al cinema,

Dizionario

Traduzione

Film bambini cinema.

Cinema Biella. Sito ufficiale dei cinema di Biella, troverai gli Orari dei cinema: Mazzini: sala 1, sala 2, sala 3, Odeon e Impero. Film al cinema 2019. Casa del Cinema Sito web ufficiale. Cinema Multisala Manzoni. Piccolo Multisala, grandi emozioni.


Film al cinema torino.

Sky sport, news, cinema, intrattenimento, serie tv. NUOVO CINEMA NOSADELLA Vuoi venire a vedere un film al cinema multisala Nosadella? Vuoi organizzare un evento speciale al cinema Nosadella?. Ultimi film al cinema. Coronavirus, chiusi teatri, cinema e spazi anziani Modenaindiretta. The Space Cinema è il leader del mercato italiano. Film di qualità e intrattenimento e in più unampia offerta di musica, arte, teatro ed eventi sportivi. Con The. Cinema roma programmazione. Cinema Funzione delledificio. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi. Film al cinema Coming Soon. Vieni a scoprire il Palazzo del Cinema. Un luogo dincontro dal forte valore sociale, aperto dalle 10 del mattino alluna di notte. Scopri di più.


Circuito Cinema Genova: Home.

Oggi al Cinema. la programmazione Le giornate del cinema muto Le voci dell​inchiesta FMK short film festival Scrivere di cinema Pubblicazioni. UCI Molfetta Cinema a Bari UCI Cinemas. Clicca sulla locandina del film di tuo interesse per visualizzare tutti i dati, verificare in quale cinema è proiettato e acquistare in pochi click: UN DIVANO A TUNISI. Cineworld Trento Cinema Modena, Roma e Vittoria a Trento. Cultura Ultime notizie di cultura e tendenze, arte, mostre, cinema, musica, libri, teatro, moda, eventi e festival. CinemaCity Group. In relazione allevolversi della diffusione del Coronavirus i casi accertati in Lombardia sono saliti a 89 sono tre finora le persone decedute la. Città del Cinema. Corso di inglese: vocaboli in inglese relativi al mondo del cinema e dei film.





UCI Ancona Cinema a Ancona UCI Cinemas.

Effetto Coronavirus sul cinema tra sale chiuse e incassi a picco Prime ripercussioni: la paura tiene lontani gli spettatori e il botteghino segna il. Cinema Multisala Manzoni. Piccolo Multisala, grandi emozioni. Ad ogni modo essendo noi un cinema underground e underchurch confidiamo speranzosi nel detto DIO VEDE E PROVVEDE e che la FORZA SIA CON VOI e\o​. Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti: Alta Formazione. Clicca sul bottone Scheda per visualizzare la scheda dello spettacolo. Vieni al cinema con il prezzo dinamico! PROGRAMMAZIONE DAL 20 AL 26 FEBBRAIO.


Orari e biglietti Museo Nazionale del Cinema Museo Nazionale.

O G I. MONTALBANO. ORE 18.00 20.30. separa. RASSEGNA FILM DESSAI. MARTEDI 25 FEBBRAIO. ASPROMONTE. Un film che punta il dito contro i. Milano Odeon Al cinema. I film, le sale, i cinema di tutta Italia. Programmazione completa delle uscite nelle sale cinemae 4500 schermi in tutte le città e comuni dItalia. Orari. Cinema Cinelandia Aosta. Cinema Cinelandia ad Aosta, consulta la programmazione dei film, prenota on line lo spettacolo che desideri, iscriviti alla newsletter e scopri i dettagli del cinema.


Cinema Nosadella Bologna – Cinema Nosadella.

In rosso i film presentati in Sala Energia. Clicca sullorario e acquista il biglietto: puoi anche decidere di stamparlo tu da casa. Clicca sul bottone Scheda film per​. Il Regno del Cinema. Un cinema è un luogo pubblico destinato alla visione di opere cinematografiche. È quindi un luogo pubblico destinato allintrattenimento. Rispetto a quella che normalmente si ha nella propria abitazione, il cinema offre unesperienza più intensa dellopera cinematografica. Direzione Generale Cinema e audiovisivo. La Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti è una delle scuole storiche di Milano e tra le più note in Italia nel settore dellaudiovisivo. Cinemazero: Home. Periodo: 28 novembre 3 dicembre. Luogo: CGV Chungdam Cine City the Private Cinema 323, Dosan daero, Gangnam gu, Seoul, Republic.


TORINO CITTÀ DEL CINEMA 2020 – UN FILM LUNGO UN ANNO.

POSTI IN SALA NON SONO NUMERATI. Victoria Cinema. Il cinema è linsieme delle arti, delle tecniche e delle attività industriali e distributive che producono come risultato commerciale un film.





7 Smeraldo Cinema Teramo.

Cinema, multisala, cinapark, cento, prime visioni. Tra questi i prossimi vincitori dei premi più prestigiosi del Cinema. Servizio erogato il collaborazione. Cinema Teatro Don Bosco Oratorio don Bosco. Scopri i film in programmazione allUCI Cinemas di Molfetta, gli orari degli spettacoli e acquista i biglietti online!.


Prezzi & Promozioni Stasera al Cinema!.

Scopri i film in programmazione allUCI Cinemas di Ancona, gli orari degli spettacoli e acquista i biglietti online!. Metropolis Cinemas Cinema Multisala Bassano del Grappa Home. Si comunica che, per lavori, il percorso della Salita a Piedi della Cupola non sarà disponibile dal 17 marzo al 9 aprile 2020. La visita alla Cupola è sconsigliata. Japanese expedition Le Giornate del Cinema Muto. Multisala Planet Teatro Vasquez Siracusa – Il Pianeta Del Cinema.


Cinema Multisala Edera e Piccolo Edera. La scelta che ti distingue.

Guida alla programmazione dei film nelle sale cinematografiche della tua città. Trova il cinema più vicino e gli orari di tutti i film di oggi al cinema. Cinema Luogo. Programmazione completa dei film in uscita nel The Space Cinema di Milano Odeon. Consulta la scheda film e acquista i biglietti online. Trova il film, genere,. Circuito Cinema Bologna. CERCASI PERSONALE. Se ti interessa lavorare presso la Città del Cinema di Foggia invia il tuo CV a: info@lacitt. LAVORA CON NOI!!!. Trovacinema. I film, le sale, i cinema di tutta Italia. Cinema Multisala Edera e Piccolo Edera. La scelta che ti distingue.


Multicinema Arca Multiplex Pescara, Astra Multiplex Avezzano.

Multisala Marconi Prezzi: Biglietto intero € 8.50 Ridotto € 6.50 Biglietto 3D intero € 8.50 Ridotto 3D € 6.50 Riduzione per…. The Space Cinema. Cineworld Trento scopri il mondo di Cineworld: Multisala Modena, Cinema Teatro Nuovo Roma, SuperCinema Vittoria. Tutto il meglio del cinema a Trento. Cinema Aurora Siracusa. ‎Isola del Cinema‎ a Céline Sciamma presenta Naissance des Pieuvres La nascita delle piovre 19 luglio 2016. Nessuna descrizione della foto disponibile​. Multisala Planet Teatro Vasquez Siracusa – Il Pianeta Del Cinema. MERCOLEDI 26 FEBBRAIO, ALLE ORE 21 @ CINEMA RIALTO LA GRANDE ARTE AL CINEMA. MALEDETTO MODIGLIANI.


Isola del Cinema Facebook.

Titolo sezione in evidenza Trasparenza Cinema Trasparenza Mibac Tax Credit CONSIGLIO SUPERIORE DEL CINEMA E DELLAUDIOVISIVO Osservatorio. Fondazione Cinema per Roma. Lunico Festival in Italia dedicato al cinema da Africa, Asia e America Latina. A Milano, film, incontri, mostre ed eventi sulle culture dei 3 continenti. Film al cinema. Logo canale di Sky Cinema Uno. Come ti divento bella. 1 min rimanenti. LIVE. IT age rating14. Lodio. Logo canale di Sky Cinema Due. Lodio. 1 min rimanenti. Cinema Varese News. La storia del cinema a Torino, una passeggiata nel centro cittadino alla scoperta dei film realizzati nelle piazze e nei palazzi storici della città: informazioni,.





Breve storia del cinema pdf.

STORIA DEL CINEMA Università degli Studi G. dAnnunzioChieti. COSA: Corso di Storia del Cinema COSTO: Gratuito per i soci Fondazione Grosseto Cultura LUOGO: Museo di Storia Naturale della maremma Strada Corsini. Storia del cinema mappa concettuale. STORIA DEL CINEMA Università degli Studi di Parma. Da Tutti i film da vedere della storia del cinema una selezione di 14 film statunitensi tutti i film statunitensi da vedere della storia del cinema distribuiti da wanted.


Casa di produzione cinematografica indipendente.

Fandango Sito Ufficiale. Groenlandia non è, però, lunica casa di produzione a essere anagraficamente giovane, ma già determinante in ambito cinematografico, sia in. Case di produzione cinematografica milano. Chi siamo Dea Film. Rosamont è una società indipendente di produzione cinematografica. Nasce per realizzare film di alta qualità rivolti al pubblico e al mercato nazionale e.


Eventi cinematografici 2020.

Torna nelle Marche il Festival KA – Nuovo immaginario migrante. Pensieri e Parole è il festival di letteratura e cinema dellisola dellAsinara: libri, film, concerti e poi teatro, workshop e iniziative per i bambini. Festival cinema italia 2019. Far East Film Festival. In Italia è lunico festival cinematografico a raccontare la musica. E per la prima volta sarà a Palermo, per tre giorni, con corti e videoclip,. Festival cinema venezia. LItalia dei festival cinematografici Cultura e spettacolo Idee di. Ad aprire i festeggiamenti del Festival dellUva da Tavola I.G.P. di Mazzarrone, sarà il Festival Cinematografico Ciak Si Cresce.


Cinema sonoro treccani.

Primo cinema sonoro. Don Juan e Il cantante di jazz Appunti. Gli Stati Uniti rappresentavano senza dubbio il più grande mercato del mondo del cinema, avendo più sale pro capite di ogni altro paese. Sonoro su pellicola. Il cinema sonoro ha inventato il silenzio Il Mascalzone San. Pittaluga comprende subito limportanza del film sonoro e la necessità di rifondare le condizioni tecnologiche della produzione e dellesercizio. Si fa promotore.





3d plus cinema.

LG replica a Panasonic: Cinema 3D è meglio. I tecnici Panasonic hanno elencato in questa pagina alcuni motivi per i quali, a loro avviso, la soluzione Cinema 3D non sarebbe. Il 3d è per vedere i film tridimensionali. Cinema 3D Museo dellEtna. Avatar offre agli spettatori le stesse emozioni del Cinema tridimensionale, trasformando lHome Cinema in unesperienza entusiasmante. Attenzione: la tela​.


Technicolor.

LA PELLICOLA CINEMATOGRAFICA ppt video online scaricare. È il 1952 e nelle sale italiane approda Totò a colori, storica pellicola di mirabile bellezza realizzata dal celebre regista romano Steno alias. Durata pellicola cinematografica. Benigno Marcora, lazienda che uccideva i film Varese News. Nella fotografia – o cinematografia – tradizionale a colori odierna che utilizza trascinamento della pellicola con altri analoghi realizzati ad hoc da unofficina.


Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →