ⓘ L'enciclopedia libera. Lo sapevi che? pagina 340

Mefite

Mefite è una divinità italica legata alle acque, invocata per la fertilità dei campi e per la fecondità femminile. Il nome Mefitis è sicuramente osco, con la caratteristica -f- intervocalica, e deriva forse da "medio-dluitis", donde "mefifitis" e ...

Arusnati

Il popolo degli Arusnati abitava la Valpolicella in epoca romana e preromana. In epoca romana dipendevano da Verona, dopo la creazione del municipio, il tutto conservando una certa autonomia amministrativa il Pagus Arusnatium e religiosa. Gli Aru ...

Telipinu (divinità)

Questo antico mito ittita spiegava lalternarsi ciclico delle stagioni. Tra i doveri di ogni re ittita vi era quello di celebrare ogni giorno una serie di rituali, e di pronunciare le preghiere necessarie a soddisfare gli dei, garantendo la prospe ...

Religione ittita

Gli Ittiti furono un popolo indoeuropeo che fondò nel XVII secolo a.C. unorganizzata forma statale in Asia Minore. Questo popolo venerava, come divinità suprema, la dea del sole Wurušemu. Tra le altre divinità, gli Ittiti veneravano: Teshub, dio ...

Illuyanka

Nella mitologia ittita, Illuyanka era un dragone ucciso da Tarhunta, dio della tempesta del cielo e massimo dio del pantheon eteo. È conosciuto grazie alle tavolette ittite cuneiformi scoperte a Çorum-Boğazköy, la precedente capitale ittita Hattu ...

Sandan (divinità)

Sandan in greco è il nome di una divinità pagana, figura centrale del mondo religioso dellantica Tarso. Sandan fu spesso considerato lomologo di Adone, di Attis, di Osiride e di Tammuz. Era una divinità della terra, ma anche un dio infero che man ...

Nerik

Nerik fu una città delletà del bronzo ubicata a nord delle capitali ittite di Ḫattuša e Sapinuwa. Era consacrata al culto di un dio della tempesta, figlio di Wurušemu, dea del sole di Arinna. Tale divinità della tempesta era associata o identific ...

Hattušili I

Hattušili I o Labarna II Labarnaš II, Hattušiliš I fu re degli Ittiti approssimativamente dal 1650 a.C. al 1620 a.C., succedendo a Labarna I, ed è considerato oggi, e nellantichità, uno dei più grandi sovrani di questo popolo. Secondo la visione ...

Giove (divinità)

Giove è il dio/divinità suprema, della religione e della mitologia romana i cui simboli sono il fulmine e il tuono: dio latino simile alla divinità mitologica della religione greca Zeus o Tinia in quella etrusca. Viene indicato come figlio di Sat ...

Labarna I

Labarna I fu re degli Ittiti dal 1680 al 1650 a.C. circa. È stato ritenuto per lungo tempo il fondatore della monarchia ittita, ma oggi sappiamo con certezza che prima di lui regnarono altri sovrani; tuttavia i re che seguirono si attribuirono la ...

Alacahöyük

Alacahöyük è un comune della Turchia sito nel distretto di Alaca, nella provincia di Çorum. Alacahöyük è un sito archeologico neolitico ed ittita di grande importanza. Dista 17 chilometri da Alaca e 51 da Çorum. Si trova a nord-est di Boğazkale, ...

Muršili I

Muršili I o Mursili I o Mursilis I è stato un re degli Ittiti che ha regnato approssimativamente dal 1620 al 1590 a.C., nipote e figlio adottivo del suo predecessore Hattušili I, forse figlio biologico della principessa Haštayar e di un nobile, t ...

Heitsi-Eibib

Figlio, si dice, di una vacca Morto più volte in combattimento tornò sempre in vita grazie alle sue proprietà magiche, considerato un guerriero imbattibile, vinse il feroce mostro Ga-gorib "colui che getta giù". Egli risiedeva sullorlo di un gran ...

Nabu

Nabu è una divinità mesopotamica. È il dio della scrittura e della saggezza e figlio di Marduk e di Sarpanītum. Ha una consorte di nome Tašmetum. Il suo tempio principale si trova a Borsippa, nei pressi di Babilonia. Il dio si identifica con il p ...

Anunnaki

Il termine sumerico Anunna, reso in accadico con Anunnakkū, o, occasionalmente con Anukkū o Enunnakkū, indica, nelle religioni della Mesopotamia, linsieme o parte degli dèi.

Adad

Adad in accadico e Iškur in sumero sono i nomi del dio della pioggia e della tempesta nella mitologia mesopotamica. Il suo nome si scriveva in sumero d.IM, era il patrono di Karkara. Presso i sumeri era chiamato anche Immer, mentre a Babilonia e ...

Kakka

Kakka è conosciuto per i testi del poema di Nergal ed Ereshkigal. Il poema inizia proprio con linvio di Kakka, da parte di An, nel Kurnugi, loltretomba dei Sumeri e degli Assiri, per invitare Ereshkigal, la dea degli inferi, ad un banchetto. Il m ...

An (mitologia)

An in lingua sumerica, Anum o Anu in accadico era il dio celeste della mitologia mesopotamica. Artefice del creato, deus otiosus, è padre degli dei e sposo della dea Antum. Gli era sacro il numero 60, massima cifra del sistema sessagesimale mesop ...

Inanna

Inanna è la dea sumera della fecondità, della bellezza e dellamore, inteso come relazione erotica piuttosto che coniugale; successivamente assimilata alla dea accadica, quindi babilonese e assira, Ištar. Inanna/Ištar è la più importante divinità ...

Šamaš

Šamaš in accadico e Utu in sumerico era nella mitologia mesopotamica il dio del sole che con il dio della luna Sin e Ištar, dea di venere, faceva parte di una triade astrale di divinità. Šamaš era figlio di Sin e la sua consorte paredra originari ...

Kurgarra e Galatur

Kurgarra e Galatur sono conosciuti per i testi del poema della Discesa di Inanna negli Inferi. Nel poema, Inanna, la dea sumera dellamore, scende nel Kurnugi, loltretomba dei Sumeri e degli Assiri, nonostante il parere contrario degli altri dei, ...

Rán

Nella mitologia norrena, Rán è una divinità del mare, che trascina i nafragati negli abissi del mare con una rete per affogarli. È la sposa di Ægir e insieme hanno avuto nove figlie, i cui nomi sono Bára, Blódughadda, Bylgja, Dúfa, Hefring, Himin ...

Hoenir

Nella mitologia norrena, Hoenir era uno degli Æsir. Assieme a Mímir, si diresse dai Vanir come ostaggio per firmare un armistizio. I Vanir fecero di Hoenir uno dei loro membri, ma egli si dimostrò troppo indeciso e lasciò a Mímir tutte le decisio ...

Logi

Nella mitologia norrena, Logi o Hálogi è un gigante. Pur non appartenendo alla schiera degli Æsir né ai Vanir, è la divinità che rappresenta il fuoco, come suo fratello Ægir è personificazione del mare e Kári la personificazione del vento. Insiem ...

Lýtir

Lýtir è una divinità svedese della mitologia norrena, della quale non si hanno quasi notizie. Lunica fonte in cui è nominata è il Flateyjarbók, dove si narra di un rito estivo organizzato a Uppsala dal re di Svezia Erik. In tale rito, solitamente ...

Nótt

Nótt è una divinità della mitologia norrena, più esattamente era la personificazione della notte. Figlia del gigante Nörfi o Narfi o ancora Nörr, si sposò con Naglfari "oscurante" ed ebbero come figlio Audr "spazio", poi ella fu data ad un altro ...

Ríg

Ríg o Rígr è una divinità norrena descritta nellEdda poetica come "vecchio e saggio, potente e forte". Lintroduzione in prosa racconta che Ríg è un altro nome per Heimdall, il quale è chiamato padre dellumanità nel Vǫluspá. Rig vagando per Midgar ...

Skírnir

Nella mitologia norrena, Skirnir è una divinità che serve come messaggero e vassallo Freyr. NellEdda Poetica skírnismál, Skirnir viene inviato come messaggero a Jötunheim per corteggiare la bella Gerdr a nome di Freyr chiedendo come ricompensa al ...

Iusaas

Iusaas o Iusaset è una divinità egizia appartenente alla religione dellantico Egitto. Considerata la prima dea della mitologia egizia, essa viene descritta come "nonna di tutte le divinità". Lallusione è, senza alcun riferimento a un nonno vero e ...

Bahram I

Bahram I fu Imperatore sasanide di Persia dal 273 al 276. Il nome teoforico Bahram viene dal medio persiano varahrän, "vittoria", ed è un riferimento alla omonima divinità Vahram.

Menfi (Egitto)

Menfi fu capitale di Aneb-Hetch, primo nomo del Basso Egitto, e capitale dellAntico Regno dalla costituzione, intorno al 2700 a.C., fino alla sua dissoluzione nel 2200 a.C. In seguito, durante il Medio Regno, diventò capitale del I nomo distretto ...

Khvarenah

Khvarenah o khwarenah ") è un concetto dello Zoroastrismo che indica la "gloria" o "splendore" della forza mistica emanata da un soggetto. Di solito indica la "gloria concessa agli antichi re delle scritture persiane. Il termine neutro ha anche i ...

Ester (personaggio biblico)

Ester è un personaggio della Bibbia ebraica e dellAntico Testamento cristiano. La sua storia è raccontata nel libro di Ester ed è celebrata, secondo la religione ebraica, nella festa di Purim. La Chiesa cattolica la considera una santa e la ricor ...

Ecate

Ècate o Hekate o Hekat conosciuta anche come Zea è un personaggio di origine pre-indoeuropea che fu ripreso nella mitologia greca e romana e trasportato poi nella religione greca e romana. Ecate regnava sui demoni malvagi, sulla notte, la luna, i ...

Artaserse III di Persia

Artaserse III Oco, in antico persiano Artaxšaçrā, è stato un Gran Re di Persia, undicesimo sovrano dellimpero achemenide e primo sovrano della XXXI dinastia egizia. Egli succedette, nel 358 a.C., al padre Artaserse II, che morì alletà di novantaq ...

Seth

Seth è una divinità egizia appartenente alla religione dellantico Egitto, del deserto, delle tempeste, del disordine, della violenza e degli stranieri. Non era comunque un dio trascurato o disprezzato, avendo un ruolo positivo: gli Egizi credevan ...

Eschilo

Eschilo, figlio di Euforione del demo di Eleusi, è stato un drammaturgo greco antico. Viene unanimemente considerato liniziatore della tragedia greca nella sua forma matura. È il primo dei poeti tragici dellantica Grecia di cui ci siano pervenute ...

Grand appartement du roi

Il Grand appartement du Roi è un insieme di sette saloni della Reggia di Versailles concepiti per essere destinati alluso esclusivo di rappresentanza del re.

Fobos (mitologia)

Fobos, o anche Fobo, o con la grafia anglofona, Phobos, era una figura della mitologia greca. Figlio di Ares, dio della guerra, e di Afrodite, dea della bellezza, era la divinizzazione della paura da φοβία, fobia e fratello di Deimos, il terrore ...

Vittoria (divinità)

Identificata con la greca Nike, era raffigurata come una giovane donna alata. Per i romani la divinità non aveva alcuna connotazione sportiva, come invece la Nike, ed a lei ci si riferiva anche come simbolo di vittoria sulla morte e determinava c ...

Opi (divinità)

La tradizione romana le attribuisce origini sabine, in quanto culto introdotto a Roma da Tito Tazio, il re sabino che secondo la leggenda avrebbe regnato su Roma con Romolo. A Roma fu associata nel culto a Saturno e a Conso, forse inizialmente sp ...

Nettuno (divinità)

Nettuno è una divinità della religione romana, dio delle acque e delle correnti e in seguito divenne, dopo il 399 a.C., il dio del mare e dei terremoti, trasformandosi nellequivalente del dio greco Poseidone, e già Cicerone nel suo trattato Sulla ...

Termine (divinità)

Termine è un epiteto di Giove, come protettore di ogni diritto e di ogni impegno. Divenne in seguito divinità indipendente che vegliava sui confini dei poderi e sulle pietre terminali. Aveva una cappella che si innalzava allinterno del tempio di ...

Pietas (divinità)

Pietas era, nel complesso della Religione romana, la personificazione del sentimento romano della pietas, perciò divinità preposta al compimento del proprio dovere nei confronti dello Stato, delle divinità e della famiglia, i cui attributi erano ...

Libertas (divinità)

Il culto di Libertas era caro ai romani ed è presente spesso sulle loro monete. Una delle prime raffigurazioni è sul rovescio di un denario di Marco Porcio Laeca, in cui è rappresentata su una biga, incoronata dalla Vittoria. A Roma furono edific ...

Luna (divinità)

Spesso era rappresentata come il complemento femminile di Sole, personificazione dellastro solare. A volte si trova rappresentata, insieme a Proserpina ed Ecate, come diva triformis, ossia dea che assume tre diverse sembianze. A volte invece non ...

Mani (divinità)

Nella religione romana i Mani erano le anime dei defunti. Esse talvolta venivano identificate con le divinità delloltretomba. Agostino di Ippona nella sua opera La città di Dio, in cui cita Apuleio, riporta che sono le anime dei defunti di incert ...

Virtus (divinità)

Nella mitologia romana, Virtus era la divinità del coraggio e della forza militare, la personificazione della virtus romana. Lequivalente greco era Arete. Lui/lei era identificato con il dio romano Honos personificazione dellonore le due divinità ...

Vaticano (divinità)

Nella religione romana, Vaticano o Vagitano icanus) era un dio minore, la cui funzione era assistere i neonati nel loro primo vagito. Sebbene la forma più attestata del nome sia "Vaticanus" e non "Vagitanus", diversi autori classici menzionano qu ...

Ashima

Ashima era una divinità semitica occidentale del fato ed è associata alla dea accadica Shimti, il cui nome fungeva anche come titolo per altre divinità come Damkina e Ishtar; ad esempio, Damkina era chiamata banat shimti, "creatrice del fato"; il ...